lunedì 8 giugno 2020

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Pres. Municipio 2), “Omicidio sulla 91, stavolta ci è scappato il morto...dove sono i controlli?”


Milano, 8 giugno 2020

“In attesa di vedere manifestazioni, senza distanziamento sociale, di solidarietà per il 29enne marocchino clandestino ucciso sulla linea 91 da altri extracomunitari (che certamente verranno organizzate, o no?!), ribadisco una richiesta che da quasi 10 anni non trova accoglimento da parte del Sindaco Sala, della sua Giunta e della sinistra milanese: le linee urbane, soprattutto quelle più trafficate e pericolose come le circolari 90 e 91 o la 56, devono prevedere controlli più serrati onde evitare spiacevoli risse e, nei casi estremi come quello di oggi, il morto ammazzato”, commenta Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano.
“Dobbiamo avere paura anche di viaggiare sui mezzi pubblici? E pensare che Beppe ha anche aumentato il costo del biglietto ATM portandolo a 2€, facendo cassa a fronte però di nessun miglioramento sulle linee per i cittadini milanesi!”.
“Chi si riempie la bocca della parola ‘integrazione’”, chiosa il Presidente leghista, “dovrebbe capire che, in determinate situazioni, sarebbe più utile prevedere la presenza di un vigile urbano PRIMA piuttosto che di un’ambulanza (o peggio...) DOPO! Sarebbe meglio se Sala, anzichè pensare a realizzare assurde piste ciclabili, si adoperasse per la sicurezza dei propri cittadini, invogliandoli così a utilizzare i mezzi pubblici”.