giovedì 4 giugno 2020

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Pres. Municipio 2), “Assembramenti in metropolitana, Sala vada sulla M1 leggere il suo libro”


“Complimenti al Sindaco Beppe Sala per la sua fatica letteraria. Gli auguriamo che sia un bestseller a tal punto da convincerlo a lasciare Palazzo Marino per diventare uno scrittore di fama planetaria! Di certo, considerando il modo con cui sta gestendo Milano nell’emergenza coronavirus, potrà contendere a Stephen King lo scettro di Re dell’horror”, commenta Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano.
“Certamente nel libro non ci sarà il capitolo ‘come ho gestito Milano al tempo del Coronavirus’ dal momento che si è limitato a fare noiosi video quotidiani senza minimamente risolvere le problematiche della città. Oggi, ad esempio, mi preme evidenziare la gestione fallimentare degli accessi nella metropolitana milanese dove stamane, nelle ore di punta, si sono verificati assembramenti pazzeschi senza il minimo controllo e senza efficace contingentamento agli accessi. Dov’è finita l’efficienza che contraddistingueva Milano fino a pochi anni or sono? Dove sono i controlli agli accessi? Perché il Comune di Milano non fa rispettare le regole? Probabilmente Sala dovrebbe fare un salto in metropolitana a leggere il suo libro per rendersi conto della situazione”.
“Il Sindaco se ne faccia una ragione, a Milano non serve un manager di alto profilo ma un lavoratore umile ed efficace! Sala potrebbe cedere alle lusinghe del premier Conte e andare a guidare l’ennesimo comitato nazionale o l’ennesima costosissima e inutile task force. Milano non è una società per azioni e non è un grande evento”, chiosa il Presidente leghista, “Milano ha bisogno di attenzioni quotidiane, di affetto e di cure”.