martedì 24 luglio 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2) e Luca Lepore (Assessore Sicurezza), “Sgomberato stabile in via Carta, Municipio ringrazia Forze dell’Ordine”

 Milano, 24 luglio 2018

“Un ringraziamento alle Forze dell’Ordine, alla Questura, alla Prefettura e ai proprietari dell’area è doveroso per lo sgombero e la messa in sicurezza che sta avvenendo da questa mattina in via Carta 11”, intervengono Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano, e Luca Lepore, Assessore municipale alla Sicurezza.
"Un grazie anche all'assessore municipale Marzio Nava, all'Associazione commercianti via Padova con il Presidente Davide Agricola e ai cittadini che hanno segnalato e monitorato la situazione sin dal sorgere del problema".
“Come Municipio avevamo segnalato l’occupazione abusiva ad opera di qualche extracomunitario che aveva deciso di alloggiare nella palazzina e l’attività di spaccio e consumo di stupefacenti nell’area. Poche settimane fa era inoltre pervenuta una segnalazione da una signora residente nella palazzina attigua la cui figlia era stata importunata, mentre era nel proprio giardino, da un individuo che si trovava all’interno della struttura”.
“Il dialogo costruttivo che abbiamo intrapreso con le Forze dell’Ordine ha portato allo sgombero e alla messa in sicurezza dello stabile da parte della proprietà. Stabile che presentava anche qualche problema strutturale come la vasca piena di acqua stagnante presente in una delle terrazze”.

“Continueremo con questa modalità di buon governo municipale, tenendo sott’occhio la situazione – concludono i 2 leghisti – e proseguendo il dialogo con le Forze dell’Ordine affinché le altre richieste di sgombero e di messa in sicurezza degli stabili occupati, quali ad esempio quelli di via Iglesias, via Esterle, via Mosso e via Watteau, possano avere un seguito. Di sicuro, dopo il ricambio al Viminale, Milano sta vivendo un nuovo periodo fatto di legalità e sgomberi”.

martedì 17 luglio 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2), “Comune snobba le problematiche a Villa San Giovanni, Municipio pubblica un bando per presidio sociale”


Milano, 17 luglio 2018

“Questa mattina in viale Monza, come da convocazione del Comune di Milano, si sarebbe dovuta svolgere la commissione consiliare sui problemi presenti nei pressi della sede di Pane Quotidiano a Villa San Giovanni”,  spiega il Presidente del Municipio 2 Samuele Piscina. “Purtroppo questa commissione non ha mai avuto inizio in quanto la presidenza ha inspiegabilmente trasferito la commissione in viale Toscana, con neanche 24 ore di anticipo e senza avvisare i cittadini che in massa si sono presentati inutilmente davanti al luogo di ritrovo previsto”.
“Ancora una volta il Comune di Milano, invece di contrastare i problemi, preferisce indossare il paraocchi e girarci alla larga. Già 2 anni fa il Municipio aveva chiesto al Comune di affrontare la questione offrendo una soluzione migliore a chi obiettivamente svolge un servizio sociale fondamentale per il territorio, aiutando le persone bisognose. Questa meritevole attività non è mai stata però supportata dalla Giunta cittadina che non è stata in grado di gestire le relative problematiche di mantenimento dell’ordine e di contrasto al degrado”.
“Proprio per migliorare la situazione, in attesa di un Comune inesistente, la Giunta Municipale ha approvato le linee d’indirizzo di un bando, in uscita nei prossimi giorni, sulla realizzazione di una sperimentazione volta a garantire un presidio sociale che chiediamo venga svolto proprio nei pressi della sede di viale Monza di Pane Quotidiano. La finalità di tale sperimentazione sarà quella di aiutare l’associazione nella ricerca di soluzioni condivise, di dialogare con i volontari, di sensibilizzare le persone al mantenimento del decoro dell’area e di segnalare eventuali azioni irregolari agli enti preposti”.
“Ancora una volta chiediamo al Comune di fare la sua parte e di ascoltare le problematiche dei cittadini”, conclude il Presidente leghista. “Se non hanno il tempo, la voglia o le competenze politiche, trasferiscano i poteri al Municipio! Nel frattempo, nel nostro piccolo, continuiamo a operare seguendo lo scarno regolamento a nostra disposizione, non facendo però finta che sia tutto in ordine, ma adottando politiche migliorative nel pieno rispetto di tutti i cittadini e delle associazioni del Terzo Settore”.

sabato 7 luglio 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2), “Stabile in via Iglesias occupato da antagonisti sgomberati da Palmanova. Sgombero sia celere!”


Milano, 7 luglio 2018
“Ieri sera verso le ore 19.00 alcuni cittadini allarmati ci hanno segnalato che in via Iglesias 27 era in atto un’occupazione abusiva”, spiega il Presidente del Municipio 2 Samuele Piscina.
“Lo stabile privato, sede di una ex fabbrica in disuso da anni, è stato occupato abusivamente dagli antagonisti del collettivo CISIAMO, attuali occupanti dello stabile degli ex bagni pubblici in via Esterle che avevano preso gli alloggi di via Palmanova, sgomberati con un ingente numero di agenti lo scorso mese”.
“Gli antagonisti, che hanno previsto per oggi una manifestazione in piazzale Loreto alle ore 17.00, hanno accasato nella ex fabbrica circa 5 nuclei familiari di immigrati che hanno traslocando mobili e materassi durante tutta la mattinata odierna. Queste famiglie lamentano che, una volta sfrattate da via Palmanova, il Comune non abbia provveduto ad allocarle in maniera dignitosa, inviandole al CAT in zona Ortomercato che viene considerato da molti un vero e proprio inferno. È gravissimo che il Comune non sia in grado di provvedere alle necessità di famiglie con bambini e donne incinta, ma è altrettanto inaccettabile che i delinquenti strumentalizzino queste persone per continuare a realizzare soprusi e atti illegali nella nostra città”.
“Come Municipio abbiamo immediatamente avvisato le Forze dell’Ordine che stanno controllando la vicenda. Noi, nel frattempo, continuiamo a monitorare la situazione e chiediamo che la questione venga portata alla prima riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, affinché venga programmato il celere sgombero”.
“Un quartiere tranquillo e residenziale come quello di Gorla non merita di subire la prepotenza e l’illegalità di questi delinquenti”, conclude il Presidente leghista. “Questa occupazione si aggiunge a quella del Leoncavallo e di via Esterle di proprietà Comunale per i quali continuiamo a chiedere lo sgombero. Il Municipio 2 in quanto occupazioni e delinquenza ha già dato troppo!”.