venerdì 18 maggio 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2), “Via alla seconda edizione delle feste di quartiere. Ravviviamo le periferie dimenticate dalla sinistra”


Milano, 18 maggio 2018

Parte Domenica 27 Maggio, dalle 10:00 alle 22:30 nei giardinetti di piazzale Farina, la seconda edizione delle feste di quartiere del Municipio 2 con “I quartieri di una volta - GRECO MILANESE e MAGGIOLINA in festa”. La manifestazione prevedrà eventi culturali, spettacoli, booksharing, mercatini di prodotti artigianali, hobbisti e e tante attività anche per i più piccoli come gli scivoli gonfiabili, il truccabimbi o la babydance.
“Si tratta ormai della seconda edizione dopo il successo dello scorso anno spiega il Presidente del Municipio 2 Samuele Piscina  - ed è stata realizzata con la collaborazione tra la presidenza, l’Assessore all’identità Luca Lepore e alla Cultura Marzio Nava”.
“Lo scopo è quello di realizzare dei momenti aggregativi, sociali e culturali destinati ai cittadini, rievocando l’identità storica e culturale dei vecchi municipi che un tempo non facevano parte del Comune di Milano e ravvivando le periferie, completamente dimenticate dalla Giunta Sala. Seguirà successivamente la festa di CRESCENZAGO-QUARTIERE ADRIANO (Sabato 16 giugno presso il parco Franca Rame) e le feste di VILLA-PRECOTTO (prima della stagione estiva) e GORLA-TURRO (a settembre)”.
"L’iniziativa è interamente gratuita e aperta a tutti i cittadini. Un particolare ringraziamento – conclude Piscina - va alle Associazioni di quartiere che parteciperanno gli eventi e agli organizzatori della manifestazione”. 

lunedì 14 maggio 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2), “Il Leoncavallo cancella le strisce blu. Irrispettosi delle regole comunali, no alla regolarizzazione”

Milano, 14 maggio 2018

“Il Leoncavallo non rispetta neanche le regole di chi li sta sostenendo per acquisire lo stabile occupato di via Watteau. Con che coraggio il Comune insiste nell’aiutare chi vive nell’illegalità gestendo una zona franca?”,  chiosa Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano.
“Come ogni giorno, ieri stavo girando tra i quartieri del Municipio 2 per segnalare al Comune i vari problemi quando, una volta giunto a Greco in via Watteau, mi sono imbattuto nei bravi ragazzi del Leoncavallo, ancora una volta in procinto di andare contro la legge e le regole”.
“Come si può evincere dalle foto che ho scattato, le strisce blu per la sosta appena realizzate con i soldi dei contribuenti sono state ridipinte di colore rosa, autonomamente e senza alcun permesso. L’iniziativa del centro sociale è stata organizzata con l’evidente obiettivo di mascherare la sosta, esentando dal pagamento chi mette a ferro e fuoco il quartiere ogni weekend”.
“Chiediamo all’Assessore Granelli di far ridipingere subito le strisce per la sosta ripristinando il colore blu e al Comune di arrestare la trattativa di regolarizzazione di un centro sociale che non solo non osserva le leggi statali commettendo reati come l’occupazione abusiva, lo spaccio di stupefacenti, la realizzazione di atti vandalici e il disturbo della quiete pubblica, ma non rispetta neanche le regole giustamente imposte dal Comune sulla regolarizzazione della sosta”.

“Abbiamo inoltre inviato una PEC al Sindaco – conclude il Presidente leghista - per chiedergli di aprire un contenzioso legale con il centro sociale, come avverrebbe per qualsiasi altro cittadino, così da dimostrare che le regole devono valere ugualmente per tutti. O forse il Comune preferisce fare favoritismi?”.

mercoledì 9 maggio 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2), "Sindaco evita confronto con i cittadini in commissione. Si prenda le proprie responsabilità"

Milano, 9 maggio 2018
"Il Sindaco e gli assessori Maran e Scavuzzo, insieme al Prefetto e alla proprietà dell’immobile rappresentata dalla famiglia Cabassi, non hanno partecipato alla Commissione Consiliare municipale sul Leoncavallo", evidenzia durante la commissione il Presidente del Municipio 2 Samuele Piscina.
“La domanda sorge spontanea: per quale motivo, dopo le dichiarazioni a mezzo stampa, il Sindaco e gli Assessori non hanno voluto partecipare, evitando anche di informarci della loro assenza? Hanno forse avuto paura a metterci la faccia di fronte ai cittadini perché sanno che la reale situazione non è quella che hanno descritto? Trovo che il mancato confronto sia davvero vergognoso!"
“Ringraziamo i numerosi cittadini di Greco che, delusi e amareggiati per le assenze ingiustificate, hanno partecipato alla Commissione e che subiscono ogni giorno le vessazioni del Centro Sociale. Un grazie anche alle Forze dell’Ordine che hanno dovuto garantire la sicurezza di consiglieri e cittadini per paura che qualche delinquente potesse approfittare del momento pubblico”.
“Ancora una volta per la sinistra non contano nulla le parole dei cittadini – conclude il Presidente leghista - i quali diritti vengono sempre dopo ai favoritismi fatti ai delinquenti!

martedì 8 maggio 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2), “Leoncavallo, Sindaco abbia il coraggio di promuovere la regolarizzazione davanti ai cittadini”


Milano, 8 maggio 2018

“Anche questa amministrazione comunale di sinistra purtroppo si sta contraddistinguendo per difendere i delinquenti del Leoncavallo, al pari di quella estremista capitanata da Pisapia”, chiosa Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano.
“Proprio ieri il Sindaco Sala ha dichiarato la volontà del Comune di regolarizzare ciò che è illegale da troppo tempo e che causa problemi a un intero quartiere. Tutto ciò a 2 giorni dalla commissione consiliare convocata dal Municipio 2 sul tema, senza che la Giunta comunale abbia ancora risposto affermativamente agli inviti, eccetto l’Assessore Scavuzzo che ha negato la sua presenza”.
“Ricordiamo che i ricavi del Leoncavallo ammontano a circa 630.000€ l’anno senza che abbiano mai pagato un affitto e le tasse delle quali sono vessate tutte le normali attività commerciali”.
“Il pensiero del Municipio 2 va ai cittadini di Greco che da troppo tempo subiscono il disturbo della quiete pubblica fino alle 5 del mattino, le scritte sui muri delle proprietà private, gli atti vandalici, lo spaccio e la coltivazione di droga”.
“Un’amministrazione normale dovrebbe difendere gli onesti cittadini per garantirgli i diritti fondamentali al riposo e il rispetto delle leggi. Purtroppo però il Sindaco e gli assessori del Comune di Milano, che tra l’altro sono pubblici ufficiali e dovrebbero per legge denunciare gli atti illeciti, preferiscono girare la testa facendo finta di non vedere, garantendo il protrarsi della situazione d’illegalità sotto l’egidia delle istituzioni cittadine”.
“Il Municipio 2 di Milano – conclude il Presidente leghista – sostiene i diritti dei cittadini e pretende lo sgombero immediato dell’immobile, chiedendo al Prefetto e al Questore di procedere subito con le Forze dell’Ordine perché le leggi non possono valere solo quando fa comodo ai poteri forti. Il Sindaco abbia il coraggio di presentarsi alla commissione di domani per riaffermare quanto dichiarato davanti ai cittadini e udire con le proprie orecchie le loro lamentele”.

mercoledì 2 maggio 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2), “Leoncavallo, Sindaco chiarisca volontà di fronte ai cittadini. No alla regolarizzazione, sì allo sgombero”


Milano, 2 maggio 2018

“Il Sindaco Sala e la Giunta comunale devono risposte schiette ai cittadini di Greco sul tema della regolarizzazione del Leoncavallo”, interviene Samuele Piscina, Presidente leghista del Municipio 2 di Milano.
“L’amministrazione comunale di sinistra deve chiarire davanti ai cittadini se la sua volontà sia quella di garantire la vita semplice a chi nel corso degli anni non ha fatto altro che vivere nell’illegalità, vandalizzando proprietà pubbliche e private, causando un forte disturbo della quiete pubblica e creando un vero e proprio centro di spaccio di stupefacenti, mettendo sotto torchio intere vie del quartiere”.
“Lo scopo della Commissione municipale convocata dal Presidente Truppo, che ringrazio personalmente, è proprio quello di sentire le parti in causa facendo finalmente chiarezza”.
“Se il piano del Comune si rivelasse quello della cessione dello stabile ai delinquenti del centro sociale che a quel punto potrebbero operare sotto l’egidia del Comune di Milano, – conclude il Presidente leghista – il Municipio farà tutto ciò che è in suo potere affinchè si possa scongiurare questo disastro sociale. Nel frattempo continuiamo a ribadire la necessità di uno sgombero immediato per garantire l’ordine pubblico e il rispetto delle regole”.