martedì 26 dicembre 2017

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2), “Via Padova e Trotter priorità Municipio 2. Partiti i lavori per sicurezza aree verdi”

Milano, 26 dicembre 2017

“Il Municipio 2 ha portato un bel dono natalizio ai cittadini di via Padova”, intervengono Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano, e Marzio Nava, Assessore al Verde.
“In questo anno e mezzo di mandato la Giunta municipale ha concentrato molte energie per ristabilire la sicurezza e l’ordine pubblico nelle aree verdi di via Padova. Proprio intorno al Trotter sono iniziati in questi giorni i lavori di riqualificazione del Trotterino di via Giacosa, un giardinetto esterno al parco lasciato in mano a delinquenti, ubriachi e spacciatori. I lavori, completamente finanziati dal Municipio con una cifra che si aggira sui 20.000€, prevedono in primis la rimozione della siepe che circondava l’area verde e che nascondeva alle Forze dell’Ordine ogni azione illegale, sostituendola con una recinzione metallica bassa a funzione di parapetto che permetterà una visuale migliore. Inoltre verrà realizzata un’area cani, richiesta dai cittadini per supplire all’impossibilità di recarsi dentro al parco Trotter in orari diversi da quelli di apertura e che potrà permettere la creazione di un forte presidio di persone perbene”.
“A questo intervento seguiranno a inizio 2018 i lavori di realizzazione della cancellata del giardino di via Padova angolo via Mosso, già deliberati 1 anno e mezzo fa dal Municipio e ostacolati in ogni modo dai continui ritardi causati dall’Assessorato comunale. Quest’area, ormai famosa alla cronaca, è oggetto di spaccio di stupefacenti, prostituzione e delinquenza. La recinzione, anch’essa finanziata dal Municipio 2 per una cifra attorno ai 45.000€, permetterà la chiusura del giardino strappandolo alla criminalità e al degrado durante le ore notturne e la contestuale unificazione al Trotter consentirà un più costante presidio dell’area”.
“I due interventi sono stati finanziati, - proseguono i 2 membri della Giunta - insieme ad altri già conclusi o in via di progettazione, grazie ai 100.000€ annui concessi dal Comune di Milano al Municipio per la Manutenzione straordinaria del verde. Una cifra irrisoria se messa a confronto con le grandi disponibilità del Comune per la MS del verde e con i numerosi interventi che devono essere realizzati nel nostro Municipio. Auspichiamo che in futuro l’Amministrazione comunale diventi meno centralista e ci riconosca almeno i fondi necessari per attuare i pochi poteri che ci vengono concessi. “Il Municipio 2 però non si ferma qui. Abbiamo più volte chiesto al Sindaco tramite l’Assessore Lepore di trasferire il comando della Polizia Locale di zona dentro al parco Trotter, ma a oggi non abbiamo ricevuto un riscontro positivo. Siamo fortemente convinti che il trasferimento del comando da via Settala a via Padova permetterebbe un lavoro migliore da parte dei nostri agenti e la risoluzione di molti problemi di sicurezza”.

“Intanto questi interventi – concludono i due esponenti - dimostrano quanto il Municipio a guida centrodestra sia attento all’aspetto della sicurezza e della riqualificazione in via Padova, area abbandonata per anni dalla sinistra. Due punti fondamentali del nostro programma elettorale che vengono portati a compimento”.

sabato 16 dicembre 2017

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2), “Piazza Duca D'Aosta, alla cittadella araba preferiamo il mercatino natalizio”

Milano, 16 dicembre 2017

“È impossibile non notare la cittadella araba sorta in questi giorni in piazza Duca D’Aosta”, commenta Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano. “Una struttura imponente a forma di porta tunisina che occupa buona parte della piazza. Il tutto condito con musica e danza araba, tra lo stupore dei cittadini milanesi che si chiedono cosa stia succedendo. A quanto pare si tratta di una trovata pubblicitaria per sponsorizzare il turismo nello stato tunisino”.
“Due fattori però ci lasciano parecchio perplessi: siamo in periodo natalizio e Piazza Duca d'Aosta è una delle poche aree nelle quali al Municipio è vietato fare eventi, tra i quali proprio i mercatini”.
“Piazza Duca D’Aosta è il luogo più appetibile dal punto di vista commerciale all’interno del Municipio 2 e un suo inserimento nel bando di gara avrebbe quasi sicuramente permesso la realizzazione del mercatino natalizio portando gioia e tradizione. Non si capisce quindi con quale criterio venga assegnata una piazza vietata allo stesso Municipio per erigere una struttura araba, soprattutto sotto Natale”.
“Forse l'intento era quello di far sentire come a casa propria le centinaia di immigrati che bivaccano in Centrale? Beh, guardando com’è ridotta l’area attorno alla stazione si può evincere come si siano già presi tutte le libertà possibili, spesso infischiandosene delle nostre regole”.
“Sta di fatto – conclude il Presidente leghista - che i milanesi avrebbero sicuramente preferito vedere una piazza con casette in legno addobbate e prodotti artigianali invece di una porta araba. Per il futuro pretendiamo che la Giunta comunale metta la piazza a disposizione del Municipio al fine di creare un clima festivo per i cittadini”.

venerdì 15 dicembre 2017

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2) e Luca Lepore (Assessore alla Sicurezza), “Cavezzali 11, PD intervenga con Prefetto invece di fare passerelle”

Milano, 15 dicembre 2017 

“Si conclude con una semplice passerella elettorale il sopralluogo presso lo stabile di via Cavezzali 11 organizzato dalla Commissione Periferie del Consiglio Comunale di Milano”,  intervengono Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 , e Luca Lepore Assessore alla Sicurezza.
“Mi sono recato alla commissione – spiega il Presidente Piscina - nella speranza di apprendere quali azioni concrete volesse mettere in atto il Comune di Milano. Invece è stata una semplice passeggiata senza alcuna soluzione proposta, con tanto di rinvio a un’ulteriore commissione che dovrebbe tenersi a gennaio”.
“Noi – continuano i 2 esponenti – siamo andati a porre la questione dello stabile di via Cavezzali 11 direttamente dal Prefetto già la scorsa estate. In tale occasione il Prefetto, nominato dal Ministro Minniti che ci risulta essere un esponente dello stesso Partito Democratico che governa scelleratamente il paese da ormai troppo tempo, ci aveva assicurato che si stava facendo tutto il necessario per risolvere il problema. I fatti però evidenziano che quel poco che si sta facendo sia assolutamente insufficiente”.
“I problemi dello stabile sono ormai conosciuti da chiunque, anche dall'antiterrorismo. Si potrebbe fare un lungo elenco che includerebbe occupazioni abusive, debiti, allacci abusivi all’utenza elettrica, spaccio di stupefacenti, problemi sanitari, problemi strutturali di un edificio che cade a pezzi, debiti e molto altro. Basti pensare che solo 15 proprietari risultano regolari su 193 appartamenti totali. Nei rimanenti 178 alloggi e nei locali comuni non si sa chi stazioni”.

“Invece di fare passeggiate negli stabili, – concludono i 2 leghisti - sono necessarie azioni concrete da parte del Sindaco, del Ministro Minniti e del Prefetto. Ma il Sindaco in periferia non si vede dalla campagna elettorale e il Partito Democratico, come al solito, fa tutto tranne che risolvere i problemi. Altrimenti il Sindaco Sala avrebbe già dato un colpo di telefono al Ministro del suo stesso partito per smuovere la questione”.

giovedì 14 dicembre 2017

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2), “Mentre le scuole cancellano il Natale, il Municipio 2 porta la festa per le strade”

Milano, 14 dicembre 2017

“Alcuni insegnanti errando pensano che il Natale possa discriminare le altre culture - interviene Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano – ma il Municipio 2 non sarà mai dello stesso avviso”.
“Crediamo fermamente che le nostre tradizioni vadano rispettate e che il Natale sia motivo di inclusione ed educazione alla nostra cultura, ai nostri usi, alle nostre tradizioni, alle nostre regole”.
“Per questo motivo la Giunta Municipale, composta dal sottoscritto e dagli assessori Lepore (identità), Luppi (politiche educative) e Nava (cultura), ha sviluppato un palinsesto di iniziative natalizie offerte dal Municipio e rivolte a grandi e soprattutto ai più piccoli”.

“Tra queste spiccano rappresentazioni teatrali, eventi ludici, concerti, laboratori e la passeggiata in strada con Babbo Natale e la Befana. Undici giorni di iniziative – conclude il Presidente leghista - che porteranno la gioia del Santo Natale tra le strade”.

mercoledì 13 dicembre 2017

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2), “Scuola cancella Natale dalla festa, atto che fomenta l’intolleranza verso la nostra cultura”


“Dopo i presepi e i crocefissi, ora anche le feste di Natale vengono ostacolate nelle scuole”, denunciano Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano e Laura Luppi, Assessore alle politiche educative.
“È il caso dell’Istituto Comprensivo Italo Calvino, con sede in via Frigia vicino a viale Monza, dove la festa di Natale è stata trasformata in corso d’opera nella «Grande festa delle buone feste», tra le proteste di molti genitori”.
“La parola «Natale», simbolo della nostra fede e della nostra cultura, non discrimina nessuno. Colpire gli emblemi del Natale non garantisce il rispetto di nessuno, non produce una scuola e una società accoglienti e inclusive, ma fomenta l’intolleranza nei confronti della nostra cultura, dei nostri usi, delle nostre leggi e delle nostre tradizioni”.
“Anzi, - continuano i 2 esponenti - le scuole dovrebbero essere le prime custodi di queste tradizioni che appartengono alla nostra storia e che hanno profondamente e inevitabilmente segnato la nostra cultura con tutto ciò che ne è conseguito in termini di rispetto e di libertà. Ma ancora una volta la politica perbenista di sinistra rischia di intromettersi nelle aule privando i nostri bambini della gioia del Natale”.
“Crediamo fermamente – concludono gli esponenti della Giunta municipale - che le nostre tradizioni vadano rispettate. La scelta della scuola è un atto del tutto ingiustificato che non tiene conto della maggioranza dei bambini e per questo chiediamo venga subito cambiata reinserendo il riferimento natalizio”.