venerdì 27 gennaio 2017

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2): “Bussolati si informi prima di parlare a sproposito. Municipio 2 in prima linea per la giornata della Memoria”

Milano, 27 gennaio 2017

In risposta al Comunicato Stampa del segretario cittadino del PD Bussolati, interviene Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano.
“Bussolati evidentemente non conosce i progetti che vengono messi in atto sul territorio del quale è segretario. Il Municipio 2 di Milano è parte attiva nelle iniziative che verranno realizzate nei suoi confini sul Giorno della memoria.”
“Il Municipio ha infatti patrocinato l’evento organizzato dalla comunità di Sant’Egidio che si terrà Domenica sera presso il Memoriale della Shoah al Binario 21 e ha fornito il palco esterno. Inoltre, in rappresentanza del Municipio, domani l’Assessore municipale Luppi parteciperà alla catena umana di protesta contro l’atto vandalico realizzato sulle pietre d’inciampo in ricordo degli ebrei milanesi deportati nei campi di concentramento”.
“Posso capire l’attacco politico solo quando è sensato e non frutto di una menzogna o di una scarsa informazione. Bussolati chieda immediatamente scusa all’istituzione municipale e venga di persona all’iniziativa di Domenica al Binario 21. In tale occasione potrà conoscere direttamente il sottoscritto che parteciperà come ogni anno all’iniziativa e i rappresentanti del Municipio, così da comprendere l’attenzione che questa maggioranza municipale dimostra per questa giornata”.
“L’iniziativa del Comune di Sesto San Giovanni, ben al di fuori dei nostri confini territoriali, ha già ottenuto il patrocinio del Comune di Milano e quindi di tutta la città compreso il nostro Municipio. Strumentalizzare una giornata così importante è a dir poco orribile!”

“Avremmo voluto realizzare diverse altre iniziative per il Giorno della Memoria, - conclude Piscina – ma la paralisi della maggioranza comunale che non ha permesso di approvare in tempo il bilancio del Comune di Milano non ce lo ha permesso. Infatti, a causa della sinistra milanese, i municipi dall’inizio dell’anno non hanno i fondi messi solitamente a disposizione dal Comune per organizzare le iniziative sul territorio. Bussolati dia una svegliata ai suoi invece di parlare a sproposito”.

mercoledì 25 gennaio 2017

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2), “Manutenzione edifici scolastici, approvate priorità Municipio 2. Fondi del Comune insufficienti, Milano con scuole del Terzo mondo”


Milano, 25 gennaio 2017

“Ieri sera il Consiglio di Municipio 2 ha approvato con voto unanime le priorità d’intervento per la manutenzione straordinaria degli edifici scolastici per l’anno 2017” – interviene Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano.

“I miei ringraziamenti vanno al Presidente della commissione “Lavori pubblici” Colantuoni e al Presidente della commissione “Scuola” Gandolfi per l’ottimo lavoro svolto. Le commissioni si sono riunite nei mesi di dicembre e di gennaio udendo tutti i dirigenti dei plessi scolastici al fine di recepire le necessità dei singoli istituti”.

“Ovviamente le richieste dei dirigenti sono state numerose e i pochi fondi che il Comune di Milano ci ha messo a disposizione, circa 1.9 milioni di €, non erano sufficienti a intervenire su neanche 1/14 delle necessità di tutti gli edifici del nostro Municipio”.

“Il Sindaco Sala dovrebbe chiarire se la sicurezza dei bambini che frequentano le scuole sia una priorità di questa Giunta Comunale. La nostra scelta è infatti ricaduta sugli edifici che sono nelle condizioni strutturali peggiori, alcuni addirittura a rischio chiusura per i quali era necessario intervenire in tempi stretti. Ma gli interventi necessari per effettuare la manutenzione straordinaria di tutti gli edifici scolastici del Municipio 2 sono almeno 70 per una spesa complessiva di 38 milioni di €. Tale stima è stata effettuata dai tecnici comunali”.


“Il Municipio 2 - conclude Piscina - chiede maggiori attenzioni da parte della Giunta comunale sulla sicurezza dei bambini e sullo stato degli edifici scolastici, spesso fatiscenti. Non è più possibile che i bambini frequentino una scuola con amianto, infiltrazioni dal tetto o dalla quali si stacchino i calcinacci dalle facciate, come se fossimo in un paese del terzo mondo”.

Di seguito gli interventi prioritari deliberati dal Consiglio di Municipio 2:

  1. Plesso Scolastico di Via Muzio n. 5/9 - MESSA IN SICUREZZA FACCIATA
  2. Scuola Primaria di Via Russo n. 27 - REVISIONE PARZIALE COPERTURA E SOSTITUZIONE PARZIALE SERRAMENTI
  3. Scuola Primaria di Via Russo n. 23 - SOSTITUZIONE PARZIALE SERRAMENTI
  4. Plesso Scolastico di Viale Brianza n. 14-18 - REVISIONE PARZIALE COPERTURA;
  5. Plesso Scolastico di Via Galvani n. 7-11 - REVISIONE PARZIALE COPERTURA E MESSA IN SICUREZZA CIMINIERA
  6. Scuola Primaria di Via Stefanardo da Vimercate n. 14 - REVISIONE PARZIALE COPERTURA REVISIONE PARZIALE PARETI PERIMETRALI.


mercoledì 18 gennaio 2017

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2): “Criminali nel centro profughi di via Sammartini, chiudere subito e bloccare gli arrivi”

Milano, 18 gennaio 2017

“Più volte ho messo in guardia l’Assessore Majorino sulla presenza di criminali e clandestini infiltrati tra i migranti che giungono a Milano. Prima dicevo assurdità, ora sarò mica diventato un veggente?” – interviene Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano.
“La verità è che era scontato e prevedibile che tra il 90% di clandestini e il 10% di profughi che arrivano a Milano ci siano delle persone delle quali la nostra popolazione potrebbe proprio fare a meno. È stata solo fortuna se questo aguzzino non ha compiuto a qualche cittadino italiano le torture che hanno dovuto subire i suoi connazionali in Libia, nella speranza di trovare l’Eden nel nostro Stato, cosa mai più lontana dalla realtà”.
“I cittadini milanesi, in particolare quelli di Greco, vivono ogni giorno in mezzo al degrado e alla paura. Diverse sono le segnalazioni di giovani donne inseguite per la strada dai migranti e ho potuto vedere con i miei occhi le aiuole utilizzate come latrine a cielo aperto e i dormitori di fortuna realizzati sui marciapiedi e nelle aree verdi nei pressi dell’hub”.
“Il centro di via Sammartini deve essere chiuso nell’immediato e devono essere bloccati gli arrivi di nuovi migranti a Milano e in tutto il Paese. Non possiamo più permetterci di mantenere economicamente e lasciare a piede libero individui che non siano neanche stati identificati, come continua ad avvenire oggi. Il trattamento da profugo non può più essere concesso in caso di dubbio, attendendo che vengano riconosciuti i clandestini e i criminali”.

“Dopo l’identificazione di Osmad Matammud, - conclude Piscina - il Comune deve rendersi conto che questo e gli altri centri di Milano sono un pericolo e una fonte di degrado per i milanesi. Fortunatamente a giugno dovrebbe scadere l’accordo tra il Comune e Grandi Stazioni per l’utilizzo dello spazio di via Sammartini. Il Municipio 2 chiede a Grandi Stazioni che l’accordo non venga più rinnovato e che lo stabile non venga più utilizzato come centro per i migranti, nella speranza che almeno loro non abbiano le bende sugli occhi come il Comune”.

venerdì 13 gennaio 2017

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2) e Luca Lepore (Assessore all’Urbanistica), “Municipio 2 delibera realizzazione scuola media ADRIANO nel 2017. Comune senza alibi”

Milano, 13 Gennaio 2017


“L’assenza dei 18 milioni del Governo sbandierati dal Sindaco Sala come se fossero stati già assegnati a Milano non potrà essere una scusa per non avviare sin da quest’anno la realizzazione della scuola media promessa da troppo tempo nel quartiere Adriano” – intervengono Samuele Piscina (Presidente del Municipio 2 di Milano) e Luca Lepore (Assessore all’Urbanistica).
“L’Assessore Rabaiotti prima di Natale aveva chiesto ad ogni Municipio di stabilire una singola priorità d’intervento nel rispettivo territorio di competenza tra i progetti inseriti nel Piano triennale delle opere pubbliche 2017-2019. Ritenendo fondamentale la realizzazione della scuola media in quartiere Adriano, quest’oggi la Giunta del Municipio 2 ha deliberato la sua realizzazione come priorità assoluta”.
“In pratica abbiamo già intuito che le altre numerose opere che insistono sul nostro territorio municipale e che avevamo chiesto di inserire alla Giunta Comunale nel PTO 2017-2019, non otterranno i finanziamenti dal Comune. Ma siccome ci è stato garantito che la singola opera identificata dal Municipio sarà sicuramente realizzata, nella speranza che non vengano nuovamente disattese le promesse abbiamo deciso di restituire ai cittadini una speranza negata pochi giorni fa proprio dalla sinistra che governa il nostro paese”.

“La delusione dei cittadini in Quartiere Adriano è stata enorme nell’apprendere che il Comune non aveva vinto il bando delle periferie del Governo e quindi non avrebbe ricevuto i 18 milioni promessi dal Sindaco Sala per completare le opere. Ora però il Comune non ha più alibi - concludono i due esponenti - e dovrà a prescindere iniziare le opere nel quartiere a partire dalla scuola media”.