venerdì 11 novembre 2016

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2) e Luca Lepore (Assessore Sicurezza), Incontro Ass. Rozza -“Restituire la sicurezza ai cittadini del Municipio. Subito trasferimento comando zonale e censimento luoghi di culto irregolari”

Milano, 11 Novembre 2016

In seguito al Consiglio straordinario avvenuto ieri con l’Assessore Rozza presso il Municipio 2, intervengono Samuele Piscina (Presidente del Municipio 2 di Milano) e Luca Lepore (Assessore alla Sicurezza).
“Il grande numero di cittadini presenti ieri sera testimonia come il Municipio 2 negli ultimi 5 anni sia stato totalmente dimenticato sotto il profilo della sicurezza. I problemi sono conosciuti ormai da anni, ma l’amministrazione comunale nel recente passato non è mai intervenuta per tutelare i cittadini che, specialmente in quartieri quali ad esempio via Padova e Stazione Centrale, hanno paura di uscire di casa”.

“Per tale motivo ci sembra fondamentale riportare sia l’Esercito, sia le Forze dell’Ordine, ma soprattutto gli agenti della Polizia Locale nelle strade delle periferie, dove sussistono i veri problemi. Importantissimo è in primis trasferire il Comando zonale della Polizia locale all’interno del territorio del Municipio 2. Infatti il nostro Municipio è l’unico in tutta la città di Milano che ha il Comando zonale sito al di fuori dei propri confini e lontano dai problemi dei cittadini, all’interno del Municipio 3 (via Settala 30). La richiesta che abbiamo avanzato all’Assessore Rozza è di trasferirlo dove ci sono i veri problemi dei cittadini, cercando possibilmente una sede lungo l’asse di via Padova”.
“Altra problematica non irrilevante sono i numerosi luoghi di culto irregolari presenti nel nostro Municipio. Regione Lombardia aveva chiesto ai comuni lombardi di segnalare i luoghi di culto abusivi presenti nel proprio territorio. Purtroppo il Comune di Milano ha deciso di non presentare questo censimento. Il Municipio 2 prende atto di questa scelta dell’Amministrazione comunale, ma non può rimanere a guardare mentre le regole non vengono rispettate. Per tale motivo abbiamo iniziato un censimento dei luoghi di culto del Municipio 2 che avremo cura di trasmettere appena completato a Regione Lombardia”.

“Il Municipio 2 - concludono i 2 esponenti – parteciperà attentamente e continuerà a portare all’attenzione dell’amministrazione comunale le problematiche di sicurezza presenti nei nostri quartieri, insistendo affinchè le questioni vengano risolte. Nello stesso momento, però, pretendiamo che l’Amministrazione Comunale riconosca ai municipi quelli che sono i compiti stabiliti dal regolamento. Infatti il Regolamento dei Municipi all’art. 17 comma 2 affida alle circoscrizioni il compito di concertare le direttive e gli indirizzi per le attività specifiche svolte anche dai Vigili di Quartiere. Tale prerogativa purtroppo ad oggi non ci è stata concessa in quanto la Polizia Locale ha ricevuto un ordine diretto di non interloquire con i municipi, privando alle amministrazioni circoscrizionali la possibilità di intervenire direttamente”.