giovedì 13 ottobre 2016

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2), “Chi fa patti con la sinistra si vergogni e ne risponda davanti ai cittadini. I traditori si palesino e non si nascondano dietro al voto segreto”

Milano, 13 Ottobre 2016

“Apprendo con piacere e serenità che il Movimento 5 Stelle e le forze di sinistra stiano raccogliendo uniti le firme per presentare una mozione di sfiducia al fine di mandare a casa la coalizione che amministra il Municipio 2 di Milano”, dichiara Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano.

“La mia felicità in tale atto scaturisce dal fatto che una mozione di sfiducia permetterà finalmente di contare e di comprendere chi, oltre alla Lega, vuole amministrare il Municipio rimanendo nel centro-destra al fine di portare a compimento il programma elettorale per il quale i cittadini ci hanno eletto e chi, invece, preferisce fare giochi di potere che si traducono in patti del Nazareno, come purtroppo è spesso avvenuto in questi 4 mesi di amministrazione”.

“È ciò che è accaduto anche martedì sera quando una buona parte della ormai ex maggioranza ha votato un candidato di sinistra come presidente della commissione Verde, nonostante fino a pochi minuti prima dichiarassero di essere tutti concordi nel votare il candidato di centro-destra. Se i consiglieri sleali avessero una dignità, avrebbero potuto dialogare come ho più volte provato a fare trovandomi però dinanzi ad alcune vere e proprie maschere pronte a promettere fedeltà e poco dopo ad accoltellare alle spalle, nascondendosi dietro al voto segreto”.

“Chi è stato eletto nelle file della maggioranza per poi fare inciuci con la sinistra dovrebbe solo vergognarsi. Avrebbero potuto palesare la propria contrarietà nel sostenere una maggioranza della quale sono stato eletto Presidente direttamente dai cittadini con 23.318 voti, presentando loro stessi una mozione di sfiducia, votandola e mandando il Consiglio municipale a casa, prendendosi così la responsabilità delle proprie azioni. E invece no. Evidentemente preferiscono lavorare sottobanco, senza vergogna, invece di occuparsi del bene dei cittadini come più volte ho chiesto negli scorsi mesi.”

“Bene, – conclude Piscina - se questa è la situazione, in assenza di serietà, di lealtà nei confronti dei cittadini e della maggioranza, di rispetto del voto elettorale e della volontà da parte dell’aula di lavorare per i cittadini, preferisco che i consiglieri palesino la loro vera natura e, nel caso, mandino a casa questa maggioranza. Personalmente non voterò la mozione, ma farò decidere ai consiglieri che fine vogliono fare. Ho dovuto rispondere per 4 mesi in prima persona di colpe non mie, ma causate da pochi dissennati che hanno paralizzato il Consiglio di Municipio, mentre la Giunta lavorava a pieno regime e in completa sinergia. Ora è il momento o di dare risposte ai cittadini anche all’interno dell’aula consiliare o di porre fine a questo teatrino penoso. Il rispetto per i cittadini deve esserci prima di ogni cosa e se questa coalizione preferisce prenderli in giro, io non sto al gioco. Mi vergogno di essere seduto a fianco di una maggioranza di questo tipo all’interno del Consiglio di municipio”.