venerdì 15 maggio 2015

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina, "Illegalità e degrado, ma per la sinistra è prioritario il Gay Pride"

Milano, 15 Maggio 2015

Mentre Milano e la Zona 2, dalla Stazione Centrale a via Idro, da via Padova al Quartiere Adriano, versano nel caos, nel degrado e nell’illegalità, - interviene Samuele Piscina, capogruppo della Lega Nord in Consiglio di Zona 2 - le priorità della maggioranza di sinistra vanno sempre nella direzione opposta rispetto alle richieste dei cittadini. 
E’ così giunta in Consiglio di Zona 2 una mozione dei Radicali, sostenuta dall’intera maggioranza, che chiede all’istituzione di partecipare alla parata del Gay Pride di Milano.
La partecipazione ufficiale al corteo del 27 giugno con lo striscione istituzionale si somma alla ormai assodata prassi zonale di esporre la bandiera arcobaleno durante la Pride Week e a una mostra fotografica sui transessuali che sarà realizzata dal parlamentino.
Come gruppo Lega Nord non abbiamo pregiudizi nei confronti delle coppie omosessuali, ma lo spettacolo vergognoso che offre ogni anno il Gay Pride non è sicuramente nè dignitoso nè educativo.
Le natiche e i seni al vento di omosessuali, lesbiche e transessuali non offrono un'immagine decorosa e potrebbero causare ripercussioni psicologiche nei più piccoli e nei più sensibili che passeggiano per le strade di Milano ignari della presenza della manifestazione.
Inoltre, questa carnevalata tende ad allontanare i cittadini e le istituzioni dalle vere questioni da affrontare sulla comunità omosessuale, anche creando discriminazioni nei confronti delle coppie che non hanno manie di protagonismo e appariscenza.
La partecipazione a una manifestazione indecente di questo tipo da parte delle istituzioni pubbliche – conclude Piscina - è a dir poco vergognosa e rivoltante.

mercoledì 6 maggio 2015

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina, “Maran si dimentica di aggiornare i cartelli per M5. Sinistra incompetente, i turisti non sanno quali mezzi prendere”

Milano, 6 Maggio 2015

Il 29 Aprile il Comune di Milano avrebbe dovuto inaugurare l’intera tratta della M5, - interviene Samuele Piscina, Capogruppo della Lega Nord in Consiglio di Zona 2 - concludendo i lavori prima dell’inizio di EXPO Milano 2015.
Come però ci si poteva aspettare, la Giunta Pisapia ha toppato anche questa promessa inaugurando solo 5 fermate lungo la tratta e mantenendo chiuse le altre fino alla fine del mese di Ottobre, quando EXPO sarà terminata.
Questa sconfitta, insieme alla mancata realizzazione della M4, per la quale era prevista l’inaugurazione di almeno 2 fermate prima di EXPO collegando l’aeroporto di Linate alla città, la dice lunga sull’incompetenza di Maran e dell’intera amministrazione di sinistra.
Se ciò non fosse sufficiente, utilizzando la metropolitana cade l’occhio sui cartelli che indicano le tratte e gli interscambi delle singole linee.
Sono rimasto sbigottito quando mi sono accorto che su gran parte dei treni e nelle stazioni della metropolitana, tra le quali soprattutto quelle della Lilla, a distanza di una settimana dall’inaugurazione persistono i vecchi cartelli che non indicano il proseguimento della M5 oltre la stazione di Garibaldi.
Proprio l’arrivo alla stazione di Lotto per la Lilla è fondamentale visto l’interscambio con la M1 che collega la città con il sito EXPO. Per non parlare della fermata di San Siro Stadio.
I turisti che in questi giorni stanno arrivando a Milano per l’esposizione universale, ma anche i cittadini milanesi che ancora non conoscono a memoria la tratta della Lilla, cosa dovrebbero pensare dell’inefficienza dei nostri mezzi pubblici? Come faranno a capire quali linee prendere per arrivare a destinazione se il Comune di Milano non gli mette a disposizione le dovute informazioni?
Questa grave dimenticanza – conclude Piscina - non fa altro che sottolineare quanto Maran e la sinistra siano inadatti ad amministrare una città quale Milano, da sempre esempio di efficienza per tutta Italia, almeno fino a quando non si insediò il Sindaco Pisapia.