mercoledì 15 aprile 2015

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina: “Nuovo insediamento rom in quartiere Adriano. E la sinistra progetta nuovi campi comunali”


Milano, 15 Aprile 2015

In Quartiere Adriano, sulla sponda opposta del Naviglio Martesana rispetto al campo di via Idro, negli ultimi giorni è sorto un nuovo accampamento rom abusivo – interviene Samuele Piscina, capogruppo della Lega Nord in Zona 2.
A segnalarcelo sono stati i cittadini esasperati per i continui furti nelle auto, nei garage e nelle case. Proprio l’altra sera sono infatti stati forzati dei garage in via Saragat e diversi rom sono stati avvistati in via Adriano mentre trasportavano materiale elettronico.
I residenti ci  segnalano inoltre che verso sera è frequente che gli zingari citofonino nelle abitazioni minacciando e chiedendo un pizzo di diverse migliaia di euro ai residenti impauriti.
In seguito a un sopralluogo effettuato dal nostro gruppo consiliare, abbiamo verificato la presenza di vere e proprie barricate che proteggono l’insediamento abusivo.
La situazione è drastica, ma la maggioranza di sinistra non è propensa a muovere un dito. Anzi, per il presidente della commissione Coesione sociale, Inclusione e Sicurezza di Zona 2 Stefano Costa, “la situazione in Quartiere Adriano non è così problematica e quello che dicono opposizione e cittadini è volto a creare un falso allarmismo”.
Tali preoccupanti parole sono state pronunciate proprio durante la seduta consiliare di ieri sera 14 Aprile, durante la discussione delle linee guida della Commissione Coesione sociale, Inclusione e Sicurezza.
La delibera, votata dalla sola maggioranza, prevede la realizzazione di nuovi campi rom in zona, come se quello di via Idro non creasse già sufficienti problemi tra sparatorie e furti.
Ancora una volta la sinistra premia l’illegalità e abbandona gli onesti cittadini, non solo evitando di risolvere il problema, ma creandone di nuovi.
L’insicurezza nella quale versa il quartiere non può essere nuovamente ignorata.
Il Gruppo Lega Nord – conclude Piscina - pretende l’immediato sgombero dell’accampamento abusivo e la chiusura del campo rom di via Idro per il bene e la sicurezza degli onesti cittadini!