domenica 2 novembre 2014

COMUNICATO STAMPA: Piscina (LN) e Sardone (FI), “Decisione di realizzare il Refettorio mai trattata in Zona 2. Ricostruzione del Cardinale non esatta”

Milano, 2 Novembre 2014

Il Consiglio di Zona 2 non ha mai trattato al suo interno la questione del Refettorio Ambrosiano che sarà realizzato in Piazza Greco.
Le parole del Cardinale Scola pubblicate quest’oggi su numerosi quotidiani non sono quindi esatte e ci teniamo a chiarire come sono andate le cose.
I cittadini di Greco e i Consiglieri circoscrizionali sono venuti a conoscenza della decisione intrapresa da Curia e Caritas solo attraverso i mezzi di stampa.
Non escludiamo però che il Cardinale, o chi ne fa le veci, abbia incontrato un gruppo ristretto di persone e consiglieri di maggioranza accondiscendenti che abbiano mantenuto la proposta segreta fino alla pubblicazione sui giornali.
Siamo venuti anche a conoscenza che il Presidente del Consiglio di Zona Villa (PD) presenziò durante una delle riunioni del Consiglio Pastorale, durante la quale fu proposta l’iniziativa. Purtroppo il Presidente non ha ritenuto opportuno avvisare il Consiglio di tale intenzione.
Ribadiamo che la scelta di realizzare il Refettorio Ambrosiano sia stata intrapresa da Curia e Caritas e non da una istituzione politica e, di conseguenza, risulta caduta dall’alto.
La questione non è assolutamente ideologica, ma legittima e provata dalle realtà presenti in Piazza Tricolore, Corso Concordia e viale Monza, dove le mense per i poveri creano degrado e insicurezza senza adeguati piani contro l'illegalità e per salvaguardare il decoro urbano.
Rimaniamo in attesa di ricevere risposta alle interrogazioni che i nostri Gruppi Consiliari hanno presentato nel parlamentino.
Intervengono così Samuele Piscina, capogruppo della Lega in Zona 2, e Silvia Sardone, Consigliera di Zona 2 di Forza Italia, in seguito alle dichiarazioni del Cardinale Scola