giovedì 27 novembre 2014

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina, "Bene Prefetto che bacchetta e convoca Pisapia per i problemi di sicurezza e degrado in Stazione Centrale"

Milano, 27 Novembre 2014

Apprendiamo dai quotidiani che il Prefetto di Milano ha convocato il Sindaco Pisapia e l’Assessore Granelli – interviene Samuele Piscina, Capogruppo del Carroccio in Zona 2 - per i gravi problemi di ordine pubblico e di degrado che si verificano in Stazione Centrale.
È infatti previsto per domani mattina alle ore 11.30 un sopralluogo intorno alla Stazione da parte del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza.
Proprio attorno e dentro alla Stazione ogni giorno si verificano furti, tentati stupri, accoltellamenti.
Al piano terra e nelle vie limitrofe bivaccano clochard, ubriachi e drogati e all’interno del mezzanino della metropolitana e della Galleria delle carrozze sono presenti dei veri e propri suq abusivi, oltretutto pericolosi in quanto ostruiscono le vie di fuga.
Da segnalare anche la presenza di Zingari nei pressi delle macchinette per l’erogazione dei biglietti dell’ATM e dei biglietti per i treni che, incontrastati, con abili giochi di mano derubano i turisti inconsci del pericolo.
Risulta evidente che, se il Prefetto ha convocato Sindaco e Assessore, i problemi risultano reali e non impercettibili come più volte ci è stato replicato da Granelli.
Numerose volte il Gruppo Lega Nord si è interessato della questione presentando molteplici documenti nel parlamentino e in Comune per denunciare la grave situazione.  Come spesso accade con questa amministrazione comunale, purtroppo le nostre denunce sono sempre rimaste inascoltate.
Troppo spesso l’Assessore ci ha liquidati con un semplice “la situazione è sotto controllo”, per poi non adottare alcuna contromisura. Ormai la situazione è diventata insostenibile.
Ringraziamo quindi il Prefetto per l’ottima occasione che offre al Sindaco Pisapia e all’Assessore Granelli di vedere con i propri occhi lo stato in cui versa la Stazione Centrale, vera e propria porta d’ingresso della nostra città anche in vista di EXPO.
Auspichiamo che finalmente vengano ripristinati i pattugliamenti fissi delle Forze dell’Ordine almeno in Piazza Duca d’Aosta, Piazza IV Novembre, Piazza Luigi di Savoia, nella Galleria delle carrozze e nei mezzanini della metropolitana.
Ancora una volta il Comune di Milano non ha ritenuto opportuno informare dell’incontro i consiglieri circoscrizionali, confermando la scarsa considerazione che nutrono nei confronti del decentramento cittadino. Il Gruppo Lega Nord in Zona 2 - conclude Piscina - presenterà una interrogazione al Sindaco per domandare gli esiti del sopralluogo e chiederà la convocazione di una commissione zonale in Stazione Centrale, pretendendo la presenza dell’Assessore Granelli.

mercoledì 26 novembre 2014

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (LN), “Telecamere in piazza Greco, vittoria dei cittadini, Lega e CDX! Sinistra contrasta il documento e il PD si spacca”

Milano, 26 Novembre 2014

Ieri sera è stata approvata in Zona 2 la mozione presentata da Lega, FI e FdI che chiedeva l’installazione delle telecamere per la video sorveglianza in Piazza Greco.
È una grande vittoria per i cittadini di Greco – commenta Samuele Piscina, Capogruppo del Carroccio e primo firmatario del documento – che in circa 800 nel giro di pochi giorni hanno chiesto di adottare misure per contrastare la situazione di insicurezza già presente nel quartiere. Situazione che potrebbe aggravarsi con la realizzazione del Refettorio Ambrosiano a causa dello stazionamento in piazza di numerosi individui senza fissa dimora.
Il documento è stato approvato non senza peripezie. Infatti, si sottolinea la becera figura della maggioranza consiliare che inizialmente ha negato la discussione del documento davanti ai  cittadini (presenti in sede consiliare per chiedere la trattazione della mozione come primo punto all’o.d.g.), per poi trovarsi obbligati a trattarlo come ultimo punto della seduta consiliare. Ed ecco allora che l’ideologia della sinistra è sfociata, dapprima attraverso dichiarazioni di contrasto alla mozione e successivamente tramite un emendamento (approvato) volto a elidere qualsiasi dicitura riguardante il Refettorio Ambrosiano.
Particolarmente allarmante l’astensione del Presidente di Zona Villa (PD), residente a Greco, che ha contrastato il documento nonostante gli emendamenti presentati dal Partito Democratico e ha provocato una spaccatura all’interno del proprio Gruppo Consiliare, con conseguente abbandono dell’aula da parte del Capogruppo tra diversi insulti rivolti al banco della presidenza e ai consiglieri di maggioranza.
Ora attendiamo l’installazione delle telecamere, - conclude Piscina - auspicando di non dover attendere anni prima di ottenere un riscontro da parte dell’Assessore Granelli, vista anche la posizione di contrasto della maggioranza che ha praticamente fatto approvare alla sola opposizione il documento.

Si riporta l’esito della votazione:
 
FAVOREVOLI:
Piscina e Ruggeri (Lega)
Nava (FI)
Capotosti (FdI)
Colantuoni (UDC)
Costa (Verdi)
Mc Grath, Gatti e Fanari (PD)

ASTENUTI:
Abdel (M5S)
Presidente Villa e Gonano (PD)

CONTRARI:
Re Fraschini e Agnello (Sinistra Per Pisapia)

NON PARTECIPANO AL VOTO:
Ciullini (SEL)
Tranquillino (Sinistra Per Pisapia)

ABBANDONANO L'AULA CONSILIARE PRIMA DEL VOTO:
Capogruppo Pirovano e Sblendido (PD)
Proietti (SEL)
Piccinni (Gruppo Misto)

martedì 25 novembre 2014

COMUNICATO STAMPA: Piscina Samuele, “Movimento 5 Stelle diffamante. Lega chiede le telecamere a Greco perché non è possibile arrestare il Refettorio Ambrosiano”

Milano, 25 Novembre 2014

Il volantino mistificatorio che sta circolando quest'oggi a Greco – interviene Samuele Piscina, Capogruppo del Carroccio in Zona 2 - merita delle chiare precisazioni.
La mozione presentata in Consiglio di Zona 2 sul ‪Refettorio Ambrosiano non è etichettata da un singolo partito, ma è stata firmata da tutte le forze che hanno desiderato sostenerla. Infatti, proprio su richiesta del "Comitato Greco in Movimento" che è apartitico per Statuto, non è stato posto alcun simbolo sul documento.
La Lega Nord è stata la prima forza politica a opporsi alla realizzazione del Refettorio Ambrosiano che prevediamo potrebbe causare ulteriore degrado nel quartiere  a causa dell'inevitabile stazionamento di individui senza fissa dimora in Piazza.
Bisogna però essere realisti e non raccontare fandonie ai cittadini: lo stabile del "Teatro Greco" è di proprietà della Parrocchia che può disporne come crede sia più appropriato. Essendo inoltre una iniziativa a scopo sociale, non necessita della variazione della destinazione d'uso. Si sottolinea inoltre che l'iniziativa è solo e unicamente di Caritas e che non c'è stato alcun accordo con il Comune di Milano. Indi per cui, nè il Comune di Milano, nè un gruppo politico può dare il "via libera" o bloccare la realizzazione del progetto.
Il Gruppo Lega Nord in Zona 2 ha partecipato a diverse iniziative di contrasto alla realizzazione del Refettorio, anche interloquendo direttamente con Curia e Caritas e chiedendo di spostare il progetto in un altro luogo più idoneo. Purtroppo la risposta alla richiesta di spostamento è stata tassativamente negativa. È necessario specificare che nessuno strumento giuridico permetterebbe a chiunque (Movimento 5 Stelle incluso) di fermare il progetto. Di conseguenza ci risulta adeguato tamponare la situazione, cercando di garantire il maggior controllo possibile ai cittadini che dovranno subire tale scelta piovuta dall'alto della Curia. Le telecamere, quindi, non daranno il via libera al progetto (che verrà comunque realizzato), ma permetteranno di contrastare le eventuali situazioni di disagio che si presenteranno.

Il tipo di politica intrapresa da alcuni esponenti del ‪M5S, - conclude Piscina - diffamatoria e fondata sulla menzogna per aizzare i cittadini, non ci appartiene. Stiamo lavorando per i cittadini, per tamponare i danni di altri e rendere meno problematica la situazione. La Lega è (e continuerà ad essere) contraria alla realizzazione del Refettorio Ambrosiano, ma non raccontiamo favole! Al contrario di altri siamo realisti!

giovedì 20 novembre 2014

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina, "Refettorio Ambrosiano di Greco, presentata mozione per chiedere telecamere su richiesta dei cittadini e della curia".

Milano, 20 Novembre 2014

Questa sera il Gruppo consiliare di Zona 2 Lega Nord, insieme al gruppo FI, presenterà una mozione volta a chiedere l’installazione delle telecamere per la video sorveglianza in Piazza Greco – interviene Samuele Piscina, capogruppo del Carroccio nel Parlamentino.
La richiesta proviene da oltre 800 cittadini, riuniti nel comitato di quartiere, e dal parroco di San Martino in Greco che da anni denuncia la situazione di illegalità. Pertanto, riteniamo appropriato che la mozione non sia presentata da un singolo partito, ma da chi ritiene che la partecipazione cittadina sia un valore aggiunto.
Già oggi Piazza Greco presenta seri problemi di spaccio di stupefacenti, di furti nelle abitazioni e di degrado, specialmente durante la notte e le prime ore del mattino quando diversi individui utilizzano la fontana come bidet.
Con l’inevitabile apertura del Refettorio Ambrosiano, tale situazione potrà solo aggravarsi. Infatti i numerosi senza fissa dimora si recheranno autonomamente presso il Refettorio e, inevitabilmente, si creerà uno stazionamento di persone in Piazza, a causa del quale sarà davvero complicato mantenere l’ordine pubblico.
Le richieste della cittadinanza di maggior controllo e di presidio da parte delle forze di Polizia e delle istituzioni riteniamo siano sensate, anche considerato che gli abitanti saranno costretti ad accettare la realizzazione del Refettorio, volenti o nolenti.
Già in passato la cieca maggioranza di Sinistra del parlamentino aveva bocciato una richiesta simile. Oggi si aggiunge un ulteriore problema: il refettorio inevitabilmente creerà un disagio nel quartiere.
Il nostro obiettivo– conclude Piscina - è quello di arginare questo disagio che sarà provocato ai grechesi. La nostra speranza è che la cittadinanza possa far aprire gli occhi a una sinistra allo sbando che predica partecipazione, ma che poi ascolta tutti tranne che i milanesi.

domenica 2 novembre 2014

COMUNICATO STAMPA: Piscina (LN) e Sardone (FI), “Decisione di realizzare il Refettorio mai trattata in Zona 2. Ricostruzione del Cardinale non esatta”

Milano, 2 Novembre 2014

Il Consiglio di Zona 2 non ha mai trattato al suo interno la questione del Refettorio Ambrosiano che sarà realizzato in Piazza Greco.
Le parole del Cardinale Scola pubblicate quest’oggi su numerosi quotidiani non sono quindi esatte e ci teniamo a chiarire come sono andate le cose.
I cittadini di Greco e i Consiglieri circoscrizionali sono venuti a conoscenza della decisione intrapresa da Curia e Caritas solo attraverso i mezzi di stampa.
Non escludiamo però che il Cardinale, o chi ne fa le veci, abbia incontrato un gruppo ristretto di persone e consiglieri di maggioranza accondiscendenti che abbiano mantenuto la proposta segreta fino alla pubblicazione sui giornali.
Siamo venuti anche a conoscenza che il Presidente del Consiglio di Zona Villa (PD) presenziò durante una delle riunioni del Consiglio Pastorale, durante la quale fu proposta l’iniziativa. Purtroppo il Presidente non ha ritenuto opportuno avvisare il Consiglio di tale intenzione.
Ribadiamo che la scelta di realizzare il Refettorio Ambrosiano sia stata intrapresa da Curia e Caritas e non da una istituzione politica e, di conseguenza, risulta caduta dall’alto.
La questione non è assolutamente ideologica, ma legittima e provata dalle realtà presenti in Piazza Tricolore, Corso Concordia e viale Monza, dove le mense per i poveri creano degrado e insicurezza senza adeguati piani contro l'illegalità e per salvaguardare il decoro urbano.
Rimaniamo in attesa di ricevere risposta alle interrogazioni che i nostri Gruppi Consiliari hanno presentato nel parlamentino.
Intervengono così Samuele Piscina, capogruppo della Lega in Zona 2, e Silvia Sardone, Consigliera di Zona 2 di Forza Italia, in seguito alle dichiarazioni del Cardinale Scola