venerdì 30 maggio 2014

REFERENDUM: ultimi giorni per firmare!


Caro Amico,

Ti voglio ringraziare per il grande aiuto che ci hai dato durante la campagna elettorale. E’ anche merito tuo se nella Zona 2 abbiamo raggiunto uno dei migliori risultati di tutta Milano, sforando l’8%!

Dopo il voto, però, abbiamo un ulteriore obiettivo da portare a compimento: le 500.000 firme dei quesiti referendari!

Non mancano numerose sottoscrizioni, quindi ti chiedo di firmare e di portare gli amici e i parenti che non l’abbiano ancora fatto!

Sarà possibile sottoscrivere i quesiti referendari presso:
  1. I gazebo della nostra Sezione 
  2. Le sedi dei consigli di zona fino a martedì 3 giugno (ZONA 2 in viale Zara 100) 
  3. I gazebo che si terranno nel tuo comune di residenza (consulta il sito www.vieniafirmare.org per individuare le postazioni).

Le postazioni dei gazebo della nostra sezione saranno:

VENERDI’ 30 maggio

h 9,30-12,30   Via Catone angolo via Ugoni

SABATO 31 maggio

H 9,30-18,30   P.le Lagosta (edicola)

H 9,30-12,30   Via Ippocrate angolo Litta Modignani

H 15-18,30      P.za Carbonari angolo via Timavo

DOMENICA  1 giugno

H 9,30-18,30   Via Veglia angolo p.za Caserta (festa di via)

H 9,30-12,30   Via Bovisasca angolo via Gabbro (chiesa)                                      

H 9,30-12,30   Via Galeno 32 (chiesa)                                             

H 9,30-12,30 Via Magistretti angolo via Biumi (chiesa)

mercoledì 21 maggio 2014

COMUNICATO STAMPA: Piscina, "Fondi per il diritto allo studio destinati ai soli Rom e altri privilegi, la Sinistra colpisce ancora!"

Milano, 21 Maggio 2014

Ancora una volta la tendenza a privilegiare i Rom nei confronti dei cittadini prevale in Consiglio di Zona 2 - denuncia Samuele Piscina, Capogruppo del Carroccio nella circoscrizione.
I fondi per il diritto allo studio, assegnati alle Scuole zonali, prevedono una quota "disagio e svantaggio" all'interno della quale figura la voce "alunni nomadi".
Considerato che all'interno della stessa quota "disagio e svantaggio" viene prevista una voce "Alunni CNI" che prevede fondi destinati ad alunni stranieri e una ulteriore voce chiamata "scuole a rischio" che, così come previsto dall'Ufficio Scolastico Regionale, prevede una quota destinata alle scuole con percentuale maggiore al 40% di alunni stranieri o nomadi, non si capisce la motivazione che spinge la Sinistra a garantire una quota pari al 6% ai soli nomadi.
Infatti, se i Rom non hanno cittadinanza italiana, gli aiuti vengono già distribuiti tramite i fondi CNI (cittadinanza non italiana). Altrimenti il 45% dei fondi vengono già elargiti a quota pro-capite, ossia per il singolo alunno.
Se il problema dei nomadi non riguarda l'apprendimento, ma l'educazione, quest’ultima dovrebbe provenire innanzitutto dal nucleo famigliare e successivamente dalle insegnanti che non necessitano di maggiori fondi per svolgere il consueto compito di ordinarie educatrici.
Oltre a ciò, nella stessa seduta la maggioranza ha bocciato una mozione presentata dal nostro gruppo consiliare che chiedeva l’allontanamento di Rom molesti presso i semafori siti agli incroci tra viale Lunigiana e via M. Gioia e tra viale Marche e via Arbe. Tali individui sono soliti reagire con la violenza verso gli onesti cittadini nel caso in cui non gli venisse corrisposto un compenso dopo aver deterso i vetri, ovviamente senza il benestare dell’autista.
Più volte – conclude Piscina - abbiamo denunciato l'elargizione di fondi e privilegi ai Nomadi, in particolare a quelli residenti in via Idro.
Questa ulteriore attenzione a favorire i Rom non è altro che una forma di discriminazione nei confronti degli onesti cittadini.

giovedì 15 maggio 2014

COMUNICATO STAMPA:"Piazzale Farina, il Comune installi la recinzione prima dell'estate"

Milano, 15 Maggio 2014

Il parchetto presente in Piazzale Salvatore Farina, - interviene Samuele Piscina, Capogruppo del Carroccio in Zona 2 - durante la stagione estiva è oggetto di disturbo della quiete pubblica, degrado e spaccio, causato da centinaia di filippini che si radunano fino a tarda notte organizzando un servizio di ristoro, rivendendo cibo e alcolici, utilizzando il verde pubblico come latrina e svolgendo competizioni sportive con relative scommesse illegali.
Lo scorso mese il nostro Gruppo Consiliare Lega Nord di Zona 2 ha deciso di raccogliere le firme per chiedere al Comune la recinzione del giardino, in modo tale da impedire il raduno notturno  nella piazza sulla quale si affacciano diversi condomini e villette.
La risposta dei cittadini è stata immediata: diverse centinaia di firme dei residenti raccolte in una sola giornata.
Pochi giorni dopo è stata convocata una commissione presso il Consiglio di Zona 2  con all’ordine del giorno una richiesta di parere proveniente dall’assessorato al “Benessere, Qualità della vita, Sport e tempo libero, Risorse umane, Tutela degli animali, Verde, Servizi generali”  e dal Settore “Verde e Agricoltura”, riguardante la riqualificazione della piazza. 
Tale richiesta di parere era stata  inviata al Settore zonale il 17 Febbraio, ben 2 mesi prima e, con grande stupore dei consiglieri circoscrizionali, non prevedeva la recinzione dei giardini, ma altri interventi di riqualificazione che riteniamo opportuni, ma sicuramente di minore importanza.
La Lega ha chiesto sin da subito di esprimere un parere positivo vincolato alla realizzazione della recinzione e la proposta è stata accettata dalla presidenza e deliberata in sede consiliare.
Ora la palla è passata all’assessorato di competenza che dovrà decidere se ascoltare la sede decentrata di Zona 2 o fare come al solito di testa propria. Certamente, la richiesta di parere dell’assessorato che non prevede la recinzione nonostante i numerosi appelli nel corso degli ultimi 4 anni e la scarsa attenzione al decentramento da parte di questa Giunta, non ci fa ben sperare.
Per il Gruppo Lega Nord - conclude Piscina - la recinzione e la riqualificazione di Piazzale Farina sono interventi fondamentali per il quartiere. I cittadini sono esasperati e le forze di polizia non possono stazionare ogni notte davanti al parchetto. Una soluzione va trovata e i lavori devono iniziare nell’immediato, prima dell’inizio della stagione estiva e del ripetersi dei raduni serali.

venerdì 2 maggio 2014

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina, "Via Stresa, facinorosi non rimangano impuniti. Chiediamo condanna da Pisapia"

Milano, 2 Maggio 2014

L'occupazione avvenuta ieri intorno alle ore 17.00 in via Stresa - interviene Samuele Piscina, capogruppo del Carroccio in Zona 2 - non è altro che un atto incivile nei confronti degli abitanti del quartiere.
Il gruppo di facinorosi che ha occupato gli uffici, un tempo affittati da Regione Lombardia, sta provocando ingenti danni alla cittadinanza.
Questi incivili, oltre a causare un grande disturbo della quiete pubblica e il blocco del traffico in una delle principali arterie cittadine quale viale Lunigiana-viale Marche, utilizzano piazza Carbonari come orinatoio pubblico e discarica, adoperando specialmente le aree cani ove durante il giorno gli onesti cittadini portano i loro cuccioli a svagarsi. 
Già da questa sera è possibile intravedere ciocchi di vetro sui prati della piazza, oltre a liquami prodotti dagli antagonisti.
Questi atti di inciviltà, oltre a essere disgustosi, possono verificarsi anche pericolosi, specialmente per bambini e animali.
Già negli scorsi mesi il quartiere ha dovuto subire il Collettivo Zam che più volte ha occupato l'edificio denominato Acqua Potabile, provocando un considerevole disturbo.
Il gruppo consiliare Lega Nord - conclude Piscina - chiede che tali delinquenti non rimangano ancora una volta impuniti e che venga pronunciata una forte condanna da parte del Sindaco Pisapia e di tutte le forze politiche.
Chiediamo inoltre l'immediato intervento delle Forze dell'ordine affinchè i facinorosi vengano riconosciuti e arrestati.