mercoledì 2 aprile 2014

COMUNICATO STAMPA: Piscina, "La Sinistra vota case popolari e lavoro per i Rom di via Idro”

Milano, 2 Aprile 2014

“Dopo la barriera anti-Rom in via Trasimeno, - interviene Samuele Piscina, Capogruppo del Carroccio in Zona 2 - la Sinistra zonale, accortasi dell'ingenuo errore politico, fa un netto passo indietro sul tema dei nomadi.”
“Questa notte la maggioranza zonale, tramite una mozione urgente votata in tempi tutt’altro che celeri, è tornata a chiedere le case popolari e l’inserimento nel mondo lavorativo per i Rom di via Idro, come conseguenza al rischio di ritorsioni da parte degli occupanti.”
“La questione è conosciuta: una famiglia residente nel campo di via Idro è in perenne faida con un'altra famiglia Rom residente a Milano. Nel corso degli anni sono stati numerosi gli scontri, anche a fuoco, interni ed esterni al campo, durante uno dei quali si è verificato addirittura un omicidio.”
“La maggioranza pensa che si possa arrestare la faida trasferendo i nomadi in case popolari con l'aria condizionata a spese dei contribuenti.
Ma la realtà è ben diversa: se verrà attuata questa delibera, il sindaco Pisapia e i rappresentanti della maggioranza comunale metteranno in serio pericolo gli abitanti delle case popolari che saranno costretti ad avere un vicino probabilmente indesiderato. Inoltre, vista la situazione di insicurezza e di furti intorno al campo di via Idro, non è da escludere che nei quartieri popolari aumenti la criminalità proporzionalmente all'assegnazione delle case popolari ai Nomadi.
Nel frattempo i nostri giovani e i nostri anziani attendono per anni nelle liste d'attesa delle case popolari comunali, senza riuscire ad arrivare alla fine del mese.”
“Nel documento viene perfino richiesto il privilegio dell'accompagnamento lavorativo per i nomadi, proprio nel giorno in cui sono stati pubblicati gli infelici dati ISTAT sulla disoccupazione.
Così, mentre il tasso di disoccupazione nazionale sale al 13% e il 42% dei giovani rimane a casa senza lavoro, la Sinistra si occupa di chi vive nell’illegalità, applicando una politica contraria agli interessi degli onesti cittadini.”
“Sia ben chiaro, - sottolinea Piscina-  la Lega non intende discriminare gli occupanti del campo di via Idro. Anzi, ad essere discriminati sono proprio i milanesi che sono perennemente declassati da questa Giunta!
Chi intende regolarizzarsi dopo più di 20 anni di illegalità, ha la possibilità di farlo, ma nelle stesse condizioni di tutti i cittadini milanesi, senza alcun favoritismo.
Queste persone, invece, preferiscono la via più semplice, ossia quella di ottenere una casetta con aria condizionata a spese dei contribuenti e proseguire nella situazione d'illegalità.”
“La Sinistra, sulla scia della Presidente Boldrini, continua a offrire benefit a Rom e Clandestini, dimenticandosi totalmente degli onesti cittadini e della condizione di crisi che sta attraversando il paese.”

“La situazione nel campo di via Idro – conclude Piscina - non si può risolvere con un semplice trasferimento dei Rom  in abitazioni pubbliche e una concessione di benefici che i cittadini milanesi possono solo sognarsi, ma solo smantellando il campo e allontanando definitivamente dalla città le persone che vi risiedono e che vivono nell’illegalità.”