lunedì 23 settembre 2013

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina, "Sgomberato il Centro Sociale di via Arbe 50. Grande vittoria della Lega Nord!"

Milano, 23 Settembre 2013

"Dopo 1 anno e mezzo di illegalità e di disturbo della quiete pubblica, finalmente è stato sgomberato il centro sociale di via Arbe 50, denominato Officina dei beni comuni”.
"Lo sfratto è una grande vittoria della Lega Nord, – interviene Samuele Piscina, Capogruppo del Carroccio in Consiglio di Zona 2 – l’unica forza politica a essersi attivata fin dall’occupazione (avvenuta il 30 Marzo 2012) affinchè lo stabile venisse sgomberato e fosse restituita la quiete ai cittadini."
"Ad aprile 2012 il nostro Gruppo Consiliare di Zona 2 ha raccolto oltre 300 firme in un solo pomeriggio per chiedere lo sgombero dello stabile. In tale occasione eravamo anche stati aggrediti fisicamente da 2 individui che dichiaravano di essere membri attivi dell’Officina dei beni comuni.
Gli occupanti della palazzina hanno concretizzato inoltre uno spaccio di stupefacenti, commercio illegale, intimidazioni nei confronti della cittadinanza e, in particolare, aggressioni fisiche.
Nel frattempo, la maggioranza in Zona applaudiva gli antagonisti, dimostrandosi favorevoli all’illegalità.
Infatti la Sinistra difese gli abusivi durante la discussione di una mozione presentata dalla Lega che chiedeva lo sgombero dello stabile. Il documento ovviamente fu bocciato dal parlamentino grazie ai voti negativi della maggioranza."
"Tramite l’Assessore alla sicurezza della Provincia di Milano Stefano Bolognini, la Lega aveva chiesto di inserire lo stabile nella lista degli sgomberi con massima priorità. Già prima delle vacanze estive sembrava che lo sgombero fosse imminente.
Questa mattina, finalmente, dopo che le Forze di Polizia hanno staccato la corrente elettrica e chiuso la fornitura d’acqua allo stabile, la palazzina è stata liberata dagli antagonisti senza opporre resistenza."
"Ora non dobbiamo abbassare la guardia e la proprietà e le Forze dell’ordine devono mettere in sicurezza lo stabile affinchè non si verifichi nuovamente una situazione come quella che ha attanagliato i cittadini per 1 anno e mezzo."
"Ovviamente il problema delle occupazioni abusive nella nostra città non viene sanato con questo singolo sfratto. Infatti l’Officina dei beni comuni non ha fatto altro che trasferirsi nello stabile comunale di viale Jenner che gli stessi antagonisti hanno occupato poche settimane fa, sotto l’ala protettiva del Sindaco Pisapia e dell’Assessore Granelli.
Questi delinquenti hanno soltanto traslocato in un luogo di proprietà del Comune, sicuri che nessuno li sfratterà nonostante il grande disturbo della quiete pubblica che causano. Come al solito, a rimetterci saranno i cittadini che, ancora una volta,  dovranno subire le prepotenze della Sinistra."
"La Lega Nord – conclude Piscina - è sempre dalla parte dei cittadini e chiede che queste persone vengano allontanate anche dallo stabile di Viale Jenner e arrestate, affinchè gli spazi comunali vengano restituiti alla comunità e i cittadini possano vivere in armonia in casa propria."

Di seguito i link dei precedenti comunicati stampa: