giovedì 25 luglio 2013

Interrogazione: Ritrovamento di una bomba a mano all’interno del Parco Trotter

Presentata dalla Lega in Zona 2 una interrogazione volta a chiarire le dinamiche del ritrovamento di una bomba a mano funzionante all'interno del Parco Trotter.
La notizia è stata evidentemente insabbiata: sia il Sindaco che l'Assessore Granelli erano a conoscenza del preoccupante ritrovamento, ma nessuno in Consiglio di Zona, in Comune o sui giornali ne ha fatto menzione.
Il rinvenimento della bomba a mano di origine jugoslava mette in luce l'esistenza di un traffico di armi da fuoco nella nostra Zona, vicino a via Padova.
Tale fatto gravissimo desta enorme preoccupazione sia rispetto al luogo (il Trotter è soprattutto una scuola utilizzata in quei giorni per i centri estivi), sia rispetto al quartiere.

Di seguito il link dal quale potrete visionare l'interrogazione:
https://www.dropbox.com/sh/prcc80r1fcumtam/hQK0VrGNGX/7%29%20Ritrovamento%20di%20una%20bomba%20a%20mano%20all%E2%80%99interno%20del%20Parco%20Trotter.doc

mercoledì 24 luglio 2013

Mozione: Commissione con Assessore e Grandi Stazioni sulla riqualificazione del rilevato ferroviario Ferrante Aporti- Sammartini

Presentata questa sera dalla Lega in Zona 2 una mozione volta a convocare una Commissione entro la fine del mese di Dicembre 2013, con la presenza di un addetto di Grandi Stazioni e del Vicesindaco De Cesaris, al fine di trattare nel dettaglio la possibilità di riqualificare il rilevato ferroviario e per informare i cittadini sullo stato di avanzamento della trattativa tra Comune di Milano e Grandi Stazioni.
Tale struttura, di proprietà di Grandi Stazioni, è in uno stato decadente e la maggior parte dei Magazzini raccordati, situati al di sotto della stessa, risultano in disuso da diversi anni.
I cittadini sono informati superficialmente e solo tramite i giornali dell’esistenza della trattativa, ormai in fase di stallo, che prosegue da 2 anni... Alla faccia della Partecipazione cittadina della Sinistra!

Di seguito il link dal quale potrete visionare la mozione:
https://www.dropbox.com/sh/r2a6aaexqvenw9z/nphWwgHDx1/28%29%20Convocazione%20di%20una%20Commissione%20per%20trattare%20la%20riqualificazione%20del%20rilevato%20ferroviario%20di%20via%20Ferrante%20Aporti%20-%20Sammartini.doc

lunedì 15 luglio 2013

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina, “Superlatitante Rom, in via Idro non si vive nella legalità! Eppure per la Sinistra sono un esempio. Militarizziamo il campo!”

Milano, 15 Luglio 2013

“È di oggi la notizia  dell’arresto di un superlatitante di etnia Rom residente nel campo di via Idro” Interviene Samuele Piscina, Capogruppo del Carroccio in Zona 2.
“Per l’operazione riuscita ringraziamo le Forze dell’Ordine del Commissariato di Villa San Giovanni che hanno tolto dalla circolazione un individuo pericoloso per la nostra zona e per Milano.”
“Sono state però singolari le parole dello stesso ex latitante che ha redarguito il clan rivale dei De Ragna, rei di aver attirato le attenzioni delle Forze dell’Ordine in via Idro a causa delle continue truffe e rapine che praticano.
Eppure, per la Sinistra, gli stessi Rom di via Idro sono un esempio di integrazione. Infatti nel 2012 la maggioranza in Zona 2 ha approvato ben 2 delibere volte a elargire numerosi privilegi ai nomadi che i nostri cittadini possono solo sognare!
Alcuni servizi ad hoc chiesti dalla Sinistra sono l’accesso privilegiato ai bandi comunali e alla residenza pubblica, il servizio di supporto educativo e sanitario, il servizio di pulmino scuola-bus, l’accompagnamento nell’inserimento lavorativo, il ripristino dell’impianto di distribuzione dell’energia elettrica, in passato rimosso in quanto gli occupanti del campo rubavano la corrente al gestore, la ristrutturazione dei servizi igienici, danneggiati dagli stessi occupanti e la riqualificazione del campo nomadi.
Molte di queste concessioni sono già state realizzate. Intanto nel quartiere persistono i numerosi atti d’illegalità quali furti e rapine, oltre al cospicuo degrado.”
“Inoltre, da ieri il Comune di Milano, noncurante dei nostri giovani e anziani che non hanno i fondi per arrivare alla fine del mese, ha messo a disposizione dei nomadi ben 600€ mensili per affittare una casa.
Le continue politiche della sinistra che privilegiano i Rom nei confronti dei nostri connazionali  hanno raggiunto ogni limite di sopportazione!”
"Più volte la Lega ha denunciato le forti criticità del campo nomadi sito in fondo a via Padova.
Vista la necessità di un riscontro ufficiale, considerate le nostre numerose denunce andate a vuoto, conclude Piscinada oggi anche la maggioranza di Zona 2 ha la conferma della criminalità diffusa nel Campo di via Idro.
È ora di mettere in atto azioni concrete per militarizzare il campo stesso affinché i cittadini possano vivere in sicurezza e tranquillità."

giovedì 11 luglio 2013

COMUNICATO STAMPA: Commissione sicurezza in Zona 2, Samuele Piscina "Granelli vive in un mondo parallelo e fatato. I cittadini si convincono solo con i fatti”

Milano, 11 luglio 2013

“Abbiamo udito le solite belle parole dell’Assessore – Interviene Samuele Piscina, Capogruppo del Carroccio in Zona 2 - che, a quanto pare, vive in un mondo parallelo e fatato dove l’amministrazione comunale interviene per risolvere i problemi e tutto funziona per il meglio.
Peccato che ciò non risulti ai cittadini, presenti in gran numero a contestare l’operato dell’Assessore Granelli durante la commissione Coesione sociale, Inclusione e Sicurezza tenutasi ieri sera in Consiglio di Zona 2. Infatti i residenti hanno evidenziato numerose problematiche di sicurezza e degrado, alcune già comunicate da mesi alla Giunta, ma mai risolte.”
“Il gruppo consiliare Lega Nord ha chiesto ulteriori lumi a riguardo di via Fortunato Stella, adiacente alla sede del Leoncavallo dove è forte l’attività di spaccio, il disturbo della quiete pubblica e i danni alle proprietà dei cittadini, ma nessuna risposta è pervenuta dalle labbra dell’Assessore, peraltro arrivato in palese ritardo quando la commissione giungeva alla conclusione.
Idem per via Tarvisio dove resiste una palazzina occupata abusivamente con all’interno una forte attività di spaccio.
Nessun responso anche per via Arbe 50, palazzina occupata abusivamente da antagonisti e sita proprio dietro alla sede del Consiglio di Zona 2. Tale palazzina è inoltre stata oggetto di una mozione bocciata dalla maggioranza di sinistra.
Per non parlare delle altre realtà come la Stazione Centrale, via Padova e Piazzale Morbegno ove l’assessore dice di essere intervenuto o di stare intervenendo con presidi fissi e telecamere.
Peccato che, contrariamente a quanto afferma Granelli, le pattuglie in Stazione Centrale presidino 15 minuti su 24 ore e che le telecamere saranno installate solo a fine 2013 se tutto andrà secondo i piani!”
“Insomma, – conclude Piscina – l’assessore persevera a cercare di convincere i cittadini con affermazioni decisamente lontane dalla realtà. Intanto a Milano i reati aumentano e i problemi persistono, ma le amministrazioni zonale e comunale continuano a disinteressarsi dei problemi di sicurezza. Infatti il tema prevalente è sempre quello della coesione sociale, progetto che, dopo 2 anni di perdita di tempo, può essere dichiarato fallito.

Caro assessore, è ora di passare dalle parole ai fatti, anche se a tal punto abbiamo perso ogni speranza.”

mercoledì 10 luglio 2013

Mozione: Sgombero e messa in sicurezza della palazzina sita in via Tarvisio angolo via Fava

Milano, 10 Luglio 2013

Presentata ieri sera in Consiglio di Zona 2 una nuova mozione volta a sgomberare e a mettere in sicurezza la palazzina di via Tarvisio angolo via Fava, ex sede del quotidiano ilGiorno.
Gli abusivi utilizzano la palazzina di 8 piani come dormitorio nelle ore notturne e come luogo di spaccio di stupefacenti, creando numerosi disagi nel quartiere. 
E' possibile visionare il documento cliccando sul seguente link:

https://www.dropbox.com/sh/r2a6aaexqvenw9z/1-DxZiihME/27%29%20Sgombero%20e%20messa%20in%20sicurezza%20della%20palazzina%20sita%20in%20via%20Tarvisio.doc


mercoledì 3 luglio 2013

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina, "Via Ferrante Aporti, Sammartini e Stazione Centrale, nonostante le numerose promesse il quartiere vive nel degrado totale!"

Milano, 3 Luglio 2013

È passato ormai un mese – interviene Samuele Piscina, capogruppo del Carroccio nella circoscrizione 2 di Milano - da quando l’Assessore Granelli si è presentato all’Assemblea dei cittadini in via Oxilia promettendo la risoluzione dei problemi di degrado e sicurezza del quartiere situato attorno al rilevato ferroviario.
Purtroppo, dopo le tante promesse, nulla ancora è stato fatto! Anzi, la situazione è notevolmente peggiorata.
Passeggiando di giorno e di notte è possibile intravedere vere e proprie discariche a cielo aperto, clochard  e irregolari accampati in tende sotto i rilevati ferroviari, sui marciapiedi o sul verde, disordini e disturbo della quiete pubblica in Piazza 4 Novembre dovuti al solito chiosco che si affaccia su via Ponte Seveso e che vende alcolici a stranieri fino a tarda notte.
Già nel  2011 la Lega aveva presentato in Consiglio di Zona 2 una mozione volta a pattugliare il quartiere e a installare le telecamere per la videosorveglianza, al fine di eliminare il degrado e di rendere le vie più sicure e vivibili. Purtroppo la mozione fu emendata dalla maggioranza che eliminò il carattere di urgenza della stessa.
Ad Aprile 2013, notando che l’attesa si stava prolungando eccessivamente, abbiamo presentato una nuova mozione sul degrado e la sicurezza in Stazione Centrale, via Sammartini e via Ferrante Aporti.
In particolare si sottolineavano i disagi provocati dalla presenza di drogati, ubriachi e senzatetto che, oltre a molestare i passanti, a oggi continuano a urinare e a defecare sui marciapiedi e sul verde comunale.
Quella volta però la maggioranza di Sinistra ha preferito bocciare il documento esplicando futili motivi e senza neanche tentare di emendarlo.
Apriti cielo, 1 mese e mezzo fa, dopo 2 anni di attesa, l’Assessore aveva garantito l’imminente installazione delle telecamere, ma la cittadinanza continua ad attendere una intercessione divina!
Tantè che, quando abbiamo chiesto i tempi di realizzazione dell’intervento durante l’assemblea cittadina, l’Assessore non ha fatto altro che sviare la domanda.
A tutto ciò si aggiunge il degrado dei magazzini situati sotto il rilevato ferroviario, di proprietà di Grandi Stazioni e ormai dismessi da anni.
L’amministrazione comunale continua a promettere che i magazzini raccordati saranno riqualificati, ma dopo 2 anni è giunta l’ora di passare dalle parole ai fatti! L’unico modo per restaurarli sarebbe una netta decisione del Comune di Milano di acquistare gli stessi da Grandi Stazioni! Altrimenti, Sindaco e Assessori cessino di prendere in giro i residenti.
I cittadini sono esasperati: hanno sperato invano in un intervento dell’amministrazione che però continua a disinteressarsi dei problemi del quartiere del rilevato ferroviario per dar spazio a via Padova e alla coesione sociale (vietato parlare di sicurezza!).
Infatti gli unici documenti presentati per la difesa del suddetto quartiere – conclude Piscina - sono proprio della Lega Nord, ma, nonostante le continue denunce e le evidenti problematiche, né il Consiglio di Zona 2 né il Comune di Milano si stanno muovendo per garantire il benessere dei cittadini.