venerdì 8 marzo 2013

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina, “Bocciata mozione della Lega per sgomberare il centro sociale di via Arbe 50. La sinistra difende gli abusivi e li paragona a benefattori!"


Milano, 8 Marzo 2013

“Dopo oltre 6 mesi di permanenza all’interno dell’ordine del giorno del Consiglio di Zona 2, - interviene Samuele Piscina, capogruppo del Carroccio nel parlamentino - ieri sera è stata finalmente discussa la mozione presentata dal Gruppo Consiliare della Lega che chiede l’immediato sgombero della palazzina occupata in via Arbe 50”.
“Tale edificio risulta occupato da quasi un anno ed è stato oggetto di disturbo della quiete pubblica, commercio illegale, intimidazioni nei confronti della cittadinanza e, in particolare, di violenza privata anche nei confronti del sottoscritto, quando nell’ormai lontano Aprile scorso fui aggredito durante una raccolta firme da 2 individui che dichiararono di essere membri attivi del centro sociale denominato “Officina dei beni comuni”.
Nel frattempo, i disagi che gli antagonisti provocano nel quartiere, le aggressioni e, di conseguenza, le denunce sono aumentate esponenzialmente.
Numerose sono state le mail inviate al nostro gruppo da cittadini disperati anche per vili aggressioni con oggetti contundenti, scaturite dalla semplice richiesta di spostare l’auto che intralciava la deambulazione dei pedoni sul marciapiedi.
Purtroppo però, in Consiglio di Zona e a Palazzo Marino c’è chi pensa che l’occupazione abusiva e le aggressioni in particolare non siano dei veri e propri problemi, paragonando gli occupanti a dei volontari che operano per il bene della comunità”.

“Emblematica quanto preoccupante la dichiarazione esplicata da uno degli antagonisti ad inizio seduta: un partito politico ha chiesto di usufruire degli spazi nella palazzina occupata illegalmente.
Mi chiedo come possa un pubblico ufficiale come il Consigliere di Zona, che dovrebbe garantire il rispetto della legge, assecondare l’illegalità esponendosi in tal modo contro il Codice Civile, il Codice Penale e la Costituzione Italiana.
La Sinistra, ancora una volta, ha preferito difendere gli abusivi piuttosto che la cittadinanza.”
“Chiediamo alla maggioranza zonale, che compatta ha respinto la nostra mozione, al Sindaco Pisapia e all’Assessore Granelli - conclude Piscina - di spiegare alla cittadinanza e in particolare agli oltre 250 cittadini che hanno firmato l’esposto dai noi presentato alla Questura e che continuano a subire soprusi da parte di questi delinquenti, per quale motivo venga favorita l’illegalità all’interno dell’istituzione comunale milanese.
Continuiamo ad augurarci che Prefetto e Questore sgomberino nel più breve lasso di tempo possibile lo stabile.”