mercoledì 20 marzo 2013

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina, "La Giunta Pisapia dimentica il decentramento e il Consiglio di Zona 2 cade su bilancio e trasparenza"


In merito alla discussione avvenuta ieri notte in Consiglio di Zona 2 circa la richiesta di istituire una commissione “Bilancio, Gestione dei fondi e Trasparenza”, intervengono i capigruppo dei partiti di opposizione Samuele Piscina (Lega), Marzio Nava (PDL), Roberta Capotosti (FdI), Luigi Colantuoni (UDC) e Alessandro Battaglia (M5S).

“Le innumerevoli promesse dichiarate dall’Assessore Benelli, che aveva più volte assicurato la nascita di un bilancio zonale entro l’inizio dell’anno 2013, sono cadute nel vuoto. Non solo le zone milanesi non avranno un proprio bilancio ma, a distanza di 3 mesi e mezzo dall’inizio dell’anno, non sono ancora stati assegnati alle circoscrizioni i consueti fondi per realizzare le iniziative zonali.
La realtà è che le circoscrizioni milanesi sono state completamente messe da parte dal sindaco Pisapia che, non solo non rispetta le promesse, ma rimuove il decentramento dalle priorità comunali togliendo la delega all’assessorato con il rimpasto di Giunta, privando, in questo modo, i consigli zonali di un interlocutore diretto.
La Zona 2 è in una situazione drammatica: il settore è costretto a rinviare al mittente le richieste di fondi pervenute dalle associazioni zonali e il Consiglio di Zona vive una situazione di stallo.”
“Colta impreparata dalla nostra richiesta di istituire una commissione di controllo, di gestione e di trasparenza dei fondi, la maggioranza di Zona 2 ha prodotto un documento alternativo volto a bocciare la proposta.
Così facendo, una parte della Sinistra cerca di negare all’opposizione il diritto di farsi garante della trasparenza nei confronti dei cittadini, più che mai necessaria in questi tempi di incertezza politica.
I mal di pancia per la confusa gestione volta all'insabbiamento cominciano a farsi sebtire in casa PD. Ieri sera, infatti, alcuni consiglieri hanno deciso di abbandonare l’aula facendo mancare il numero legale sulla votazione della stessa delibera di maggioranza, peraltro presentata dallo stesso capogruppo dei democratici.”
“In campagna elettorale - concludono i capigruppo – la Sinistra si è riempita la bocca di tante belle parole, ma ciò che conta agli occhi dei cittadini sono i fatti. E i fatti non ci sono stati."