venerdì 3 agosto 2012

COMUNICATO STAMPA: Centro sociale, Piscina "La sinistra fa finta di niente. Questore sgomberi via Arbe 50!"


Milano, 3 Agosto 2012

In merito all’occupazione abusiva della villetta sita in via Arbe 50, interviene il Capogruppo della Lega Nord in Consiglio di Zona 2 di Milano, Samuele Piscina.
“La villetta sita in via Arbe 50 era stata occupata abusivamente il 30 Marzo scorso da un gruppo di antagonisti, diventando con il passare dei giorni un vero e proprio Centro sociale che ha portato a un ingente disturbo della quiete pubblica nel quartiere.
Il gruppo Lega Nord di Zona 2, ascoltando le lamentele dei cittadini, si era immediatamente attivato raccogliendo circa 300 firme degli abitanti del quartiere in sole 2 mattinate, al fine di allegarle ad un esposto indirizzato alla Questura di Milano.
Purtroppo gli individui del Centro Sociale reagirono con l’unica modalità di confronto che conoscono: la violenza e le minacce. Infatti, fummo aggrediti da due individui che innanzi alle forze dell’ordine dichiararono di frequentare la palazzina occupata. Ma questi atti di stampo intimidatorio non ci fermarono e l’esposto fu presentato presso il Commissariato Garibaldi - Venezia.”
“Quando gli occupanti si presentarono in Consiglio di Zona 2 per sponsorizzare la propria attività, la maggioranza applaudì compatta il reato, dimostrandosi nuovamente a favore dell’illegalità e dell’abusivismo.
Successivamente alle parole enunciate in tal sede dagli occupanti che dichiaravano fosse in atto una trattativa con la proprietà dello stabile al fine di legalizzare la permanenza degli stessi attraverso il pagamento di un affitto, insospettito contattai la società titolare dell’immobile che mi confermò l’esatto opposto di quanto dichiarato dagli antagonisti: la proprietà aveva sin da subito sporto denuncia e non ha intenzione di intavolare alcuna trattativa con gli occupanti.”
“Spinti però dal favoritismo della sinistra, gli antagonisti organizzarono un mercatino alimentare a Km 0, sponsorizzandolo nel quartiere attraverso manifesti abusivi nei quali dichiaravano di svolgerlo con la collaborazione di Coldiretti, la nota Organizzazione degli imprenditori agricoli, e presentando una richiesta di patrocinio gratuito alla Zona 2, al fine che venisse riconosciuta la loro attività illegale dall’ente comunale.
Contattata dal sottoscritto, la Coldiretti affermò di non essere in alcun modo associata a tale iniziativa e di non volerla riconoscere finchè la situazione di illegalità non verrà risolta. L’iniziativa prosegue tutt’ora nonostante le denunce alle autorità competenti. Gli occupanti, non emettendo scontrini fiscali e non avendo i permessi per la vendita di alimentari, seguitano a lucrare nei riguardi dei cittadini, senza pagare le tasse e svolgendo concorrenza sleale nei confronti dei negozianti del quartiere.
Lunedì 2 Luglio, al momento della discussione in Commissione Commercio di Zona 2 per il conferimento del Patrocinio, il dibattito fu molto acceso tra maggioranza e Lega, tantè che il Presidente preferì non votare il patrocinio.”
“La richiesta - conclude Piscina – è che il Questore si attivi per sgomberare in tempi brevi lo stabile, restituendolo al legittimo proprietario e ristabilendo l’ordine e la quiete pubblica,  facendo così sorpresa gradita agli abitanti del quartiere ormai esasperato.
Nel frattempo il Gruppo Lega Nord ha pronta una mozione con la quale richiede al Consiglio una ferma condanna di tali atti illegali. Siamo stufi di farci prendere in giro da individui che dichiarano il falso all’interno di un ente pubblico per essere appoggiati da una maggioranza che plaude l’illegalità“.