venerdì 1 giugno 2012

COMUNICATO STAMPA: LA SINISTRA A MILANO E’ A FAVORE DELLE TASSE


Milano, 1 Giugno 2012

Dopo mesi di permanenza all’ordine del giorno, causata dalla specifica volontà da parte della maggioranza di centro-sinistra di non discutere il documento , ieri sera (31 Maggio 2012) in Consiglio di Zona 2 di Milano è andata finalmente a votazione la mozione che condanna l’IMU del Governo Monti e che chiede al Sindaco di Milano Pisapia di ridefinire le aliquote aggiuntive, al fine di da ridurre al minimo la tassazione sui cittadini.

“L’esito delle votazioni  appare alquanto bizzarro e incoerente, - esordisce Samuele Piscina, capogruppo del Carroccio in Zona 2 - almeno per quanto riguarda il voto di SEL, del Movimento 5 Stelle e dell’ IDV che, nonostante le molte parole buttate al vento contro il Governo, hanno deciso comunque di votare contro la mozione della Lega Nord.
Che il PD dovesse in qualche modo difendere l’operato del Governo Monti era prevedibile, ma è stata particolarmente esilarante la posizione della capogruppo di SEL che ha dichiarato di essere contraria alla mozione perché avrebbe dovuto essere emendata.
Possiamo solo dedurre che la capogruppo, ad un anno dal suo insediamento in Consiglio di Zona, non abbia ancora imparato ad emendare una mozione o non avesse voglia di compiere il proprio dovere di consigliere o volesse trovare una scusa per bocciare  il documento, tra l’altro presentato e consegnato il 6 marzo scorso.
Nel primo caso, - conclude Piscina - mi propongo in prima persona per impartire un corso accelerato di stesura degli emendamenti. Ma se la circostanza fosse una delle successive, i milanesi possono comprendere quale sia la modalità di difesa dei loro interessi che la Sinistra sta adottando a Milano e in Zona, permettendo che i cittadini vengano sommersi dalle tasse invece di difenderli in questo momento di crisi.”

“Come in Consiglio Comunale – interviene Luca Lepore, Vice-presidente del Consiglio Comunale di Milano – anche nelle circoscrizioni cittadine la Sinistra sta dimostrando di essere tutt’altro che dalla parte dei cittadini. L’introduzione dell’ulteriore pressione fiscale è finalizzata all’aumento dei budget degli assessorati di ben 215 milioni di euro che lasciano ai soli cittadini l’onere dei sacrifici.
Cittadini che troveranno un bel regalo impacchettato con la carta arancione prima delle vacanze estive: adeguamenti alla TARSU (2,75 euro al metro quadro), tassa di soggiorno per i turisti, aumento dell’Irpef, Imu allo 0.4% sulla prima casa e all’1.06% sulla seconda  e sui negozi.
Tutto ciò in un’ottica di svendita delle compartecipate comunali e di aumento della spesa delle Istituzioni.
In un momento di crisi come questo, le forze di Sinistra che continuano a dichiarare di essere più vicine delle altre al ceto medio-basso dovrebbero adottare dei provvedimenti volti a salvaguardare gli interessi dei  milanesi che, ad oggi, non riescono nemmeno ad arrivare a fine mese.”

“IDV, SEL e Movimento 5 Stelle ancora una volta parlano bene ma razzolano male”  continua Massimiliano Orsatti, Consigliere di Regione Lombardia per la Lega. “Questa è l’ennesima ed evidente  dimostrazione di come la Lega Nord sia l’unica forza politica d’opposizione al Governo Monti. Gli altri partiti non fanno altro che dichiarare l’opposto di ciò che votano, nella speranza di mantenere il consenso elettorale, ma confezionando pura ipocrisia.”

“Per l’IDV è parso addirittura ILLEGALE chiedere al Sindaco di ridurre al minimo l’aliquota comunale dell’ IMU - conclude la Consigliera di Zona 2 Serena Nobile -  affinché la tassa non risultasse più gravosa di quanto già non sia.
Piuttosto che consultare il codice civile, forse avrebbero fatto una figura migliore informandosi sul significato della parola illegale. Mi chiedo quanto importi a questa maggioranza dei 364 suicidi causati dalla politica del Governo Monti.”