sabato 7 luglio 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2), “Stabile in via Iglesias occupato da antagonisti sgomberati da Palmanova. Sgombero sia celere!”


Milano, 7 luglio 2018
“Ieri sera verso le ore 19.00 alcuni cittadini allarmati ci hanno segnalato che in via Iglesias 27 era in atto un’occupazione abusiva”, spiega il Presidente del Municipio 2 Samuele Piscina.
“Lo stabile privato, sede di una ex fabbrica in disuso da anni, è stato occupato abusivamente dagli antagonisti del collettivo CISIAMO, attuali occupanti dello stabile degli ex bagni pubblici in via Esterle che avevano preso gli alloggi di via Palmanova, sgomberati con un ingente numero di agenti lo scorso mese”.
“Gli antagonisti, che hanno previsto per oggi una manifestazione in piazzale Loreto alle ore 17.00, hanno accasato nella ex fabbrica circa 5 nuclei familiari di immigrati che hanno traslocando mobili e materassi durante tutta la mattinata odierna. Queste famiglie lamentano che, una volta sfrattate da via Palmanova, il Comune non abbia provveduto ad allocarle in maniera dignitosa, inviandole al CAT in zona Ortomercato che viene considerato da molti un vero e proprio inferno. È gravissimo che il Comune non sia in grado di provvedere alle necessità di famiglie con bambini e donne incinta, ma è altrettanto inaccettabile che i delinquenti strumentalizzino queste persone per continuare a realizzare soprusi e atti illegali nella nostra città”.
“Come Municipio abbiamo immediatamente avvisato le Forze dell’Ordine che stanno controllando la vicenda. Noi, nel frattempo, continuiamo a monitorare la situazione e chiediamo che la questione venga portata alla prima riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, affinché venga programmato il celere sgombero”.
“Un quartiere tranquillo e residenziale come quello di Gorla non merita di subire la prepotenza e l’illegalità di questi delinquenti”, conclude il Presidente leghista. “Questa occupazione si aggiunge a quella del Leoncavallo e di via Esterle di proprietà Comunale per i quali continuiamo a chiedere lo sgombero. Il Municipio 2 in quanto occupazioni e delinquenza ha già dato troppo!”. 

sabato 2 giugno 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2) e Luca Lepore (Assessore Urbanistica e Sicurezza): “Sala come Pisapia, dopo il Leonka, le moschee. Via Esterle venga assegnata la Municipio!”


Milano, 2 giugno 2018

“Dopo la volontà espressa di voler acquisire lo stabile di via Watteau per poterlo assegnare ai delinquenti del centro sociale Leoncavallo - spiegano il Presidente del Municipio 2 Samuele Piscina e l’Assessore municipale alla sicurezza e urbanistica Luca Lepore – la Giunta Sala esce allo scoperto anche sulle moschee, riproponendo gli stessi spazi nei quali Pisapia voleva realizzare i luoghi di culto islamici”.
“Una di queste aree è quella degli ex bagni pubblici di via Esterle, oggi occupati abusivamente da anarchici e centri sociali che rimangono impuniti nonostante le numerose richieste Municipali di sgombero, il disturbo della quiete pubblica che arrecano alla cittadinanza e la presenza al suo interno di clandestini in situazioni igienico-sanitarie e di sicurezza improponibili”.
“La legge regionale 2/2015 aveva già impedito che in quell’area fosse realizzata una moschea perché inadatta a tale scopo. Ci chiediamo quali sviluppi siano intercorsi tali per cui questo stabile sia diventato nuovamente adatto a tale scopo per il Comune di Milano”.
“Il Municipio 2 non condivide l’iniziativa e presterà molta attenzione al rispetto delle normative vigenti da parte del Comune, promettendo ogni azione possibile per scongiurare l’ipotesi di una moschea patrocinata dalla sinistra nel nostro territorio, senza alcuna garanzia di sicurezza dei cittadini in un momento storico nel quale perdura il terrorismo islamico”.
“Qualcuno ci deve spiegare quale differenza ci sia tra Sala e Pisapia, 2 facce della stessa moneta di poco valore che ancora una volta mette da parte gli interessi dei cittadini per fare quelli di pochi e di parte”.
“Il Comune, invece di creare nuovi luoghi di culto, – concludono i 2 esponenti leghisti – pensi a mettere i sigilli alle numerose moschee abusive come quella di via Cavalcanti e assegni lo stabile di via Esterle al Municipio per realizzare servizi per la cittadinanza!”.

venerdì 1 giugno 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2) e Marzio Nava (Assessore Cultura), “Municipio 2 nuovo polo dell’arte contemporanea. Via a Zuartday & Looperfest per la rigenerazione urbana”


Milano, 1 giugno 2018

Con l’arrivo di giugno ripartono le tante manifestazioni nei luoghi simbolo del nostro territorio. Tra le altre, dall’8 al 10 giugno, anche quest’anno si terrà Zuartday & Looperfest, il festival internazionale di writing dove decine di artisti professionisti della pittura con gli spray su muro, provenienti da tutto il mondo, si riuniranno nel Vicolo del Fontanile di via Zuretti per dare vita a una tre giorni all’insegna dell’arte urbana.
“L’intento dell’iniziativa, realizzata dall’Associazione La Ginnastica, - spiegano il Presidente del Municipio 2 Samuele Piscina e l’Assessore municipale alla cultura Marzio Nava - è quello di rinnovare le murate che, da qualche anno, costituiscono un vero e proprio museo a cielo aperto, fruibile a tutta la popolazione e a pochi passi dal magnifico Naviglio Martesana”.
“Come Municipio 2 abbiamo felicemente aderito all’iniziativa, accordando il patrocinio e un contributo, riconoscendo il grande valore artistico e l’importanza nel contrastare il degrado con l’arte, rigenerando gli spazi urbani abbandonati”.
“Grazie alla grande collaborazione che si è sviluppata nelle ultime 2 edizioni di Zuart, quest’anno il Municipio 2 ha voluto inoltre realizzare un’opera di riqualificazione delle mura di un luogo amato e vissuto dagli abitanti che da molto tempo attendeva di essere riqualificato. Si terrà quindi l’evento “Riqualifichiamo la Martesana” dove gli artisti di Zuartday & Looperfest realizzeranno delle opere d’arte ponendo fine alle continue scritte che deturpano l’Anfiteatro Martesana all’interno del Parco Martiri della libertà iracheni vittime del terrorismo”.
“Il Municipio 2, – concludono i 2 esponenti municipali – e in particolare le aree attorno al Naviglio Martesana, diventano così il nuovo polo milanese dell’arte contemporanea”.
“Ogni anno, ci impegniamo per regalare a Milano uno spaccato di visibilità internazionale - hanno spiegato gli organizzatori dell’associazione La Ginnastica– restituendo alla popolazione un pezzo di città, ripulito e arricchito, di arte urbana. Crediamo fortemente nell'idea che il bello porti bellezza  e oggi, il Vicolo del Fontanile, è spazio culturale riconosciuto, visitato e recensito. Anche quest’anno avremo nomi di altissimo livello che racconteranno il tema del “potere delle donne" attraverso il colore degli spray. Vi aspettiamo”.

La conferenza stampa è fissata per Sabato 9 giugno alle ore 18.00 in via G. Zuretti 61, Milano

LINK REGISTRAZIONE ATTIVITA’ à https://goo.gl/forms/t5uawcZqYrO8Tdzs2 

venerdì 18 maggio 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2), “Via alla seconda edizione delle feste di quartiere. Ravviviamo le periferie dimenticate dalla sinistra”


Milano, 18 maggio 2018

Parte Domenica 27 Maggio, dalle 10:00 alle 22:30 nei giardinetti di piazzale Farina, la seconda edizione delle feste di quartiere del Municipio 2 con “I quartieri di una volta - GRECO MILANESE e MAGGIOLINA in festa”. La manifestazione prevedrà eventi culturali, spettacoli, booksharing, mercatini di prodotti artigianali, hobbisti e e tante attività anche per i più piccoli come gli scivoli gonfiabili, il truccabimbi o la babydance.
“Si tratta ormai della seconda edizione dopo il successo dello scorso anno spiega il Presidente del Municipio 2 Samuele Piscina  - ed è stata realizzata con la collaborazione tra la presidenza, l’Assessore all’identità Luca Lepore e alla Cultura Marzio Nava”.
“Lo scopo è quello di realizzare dei momenti aggregativi, sociali e culturali destinati ai cittadini, rievocando l’identità storica e culturale dei vecchi municipi che un tempo non facevano parte del Comune di Milano e ravvivando le periferie, completamente dimenticate dalla Giunta Sala. Seguirà successivamente la festa di CRESCENZAGO-QUARTIERE ADRIANO (Sabato 16 giugno presso il parco Franca Rame) e le feste di VILLA-PRECOTTO (prima della stagione estiva) e GORLA-TURRO (a settembre)”.
"L’iniziativa è interamente gratuita e aperta a tutti i cittadini. Un particolare ringraziamento – conclude Piscina - va alle Associazioni di quartiere che parteciperanno gli eventi e agli organizzatori della manifestazione”. 

lunedì 14 maggio 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2), “Il Leoncavallo cancella le strisce blu. Irrispettosi delle regole comunali, no alla regolarizzazione”

Milano, 14 maggio 2018

“Il Leoncavallo non rispetta neanche le regole di chi li sta sostenendo per acquisire lo stabile occupato di via Watteau. Con che coraggio il Comune insiste nell’aiutare chi vive nell’illegalità gestendo una zona franca?”,  chiosa Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano.
“Come ogni giorno, ieri stavo girando tra i quartieri del Municipio 2 per segnalare al Comune i vari problemi quando, una volta giunto a Greco in via Watteau, mi sono imbattuto nei bravi ragazzi del Leoncavallo, ancora una volta in procinto di andare contro la legge e le regole”.
“Come si può evincere dalle foto che ho scattato, le strisce blu per la sosta appena realizzate con i soldi dei contribuenti sono state ridipinte di colore rosa, autonomamente e senza alcun permesso. L’iniziativa del centro sociale è stata organizzata con l’evidente obiettivo di mascherare la sosta, esentando dal pagamento chi mette a ferro e fuoco il quartiere ogni weekend”.
“Chiediamo all’Assessore Granelli di far ridipingere subito le strisce per la sosta ripristinando il colore blu e al Comune di arrestare la trattativa di regolarizzazione di un centro sociale che non solo non osserva le leggi statali commettendo reati come l’occupazione abusiva, lo spaccio di stupefacenti, la realizzazione di atti vandalici e il disturbo della quiete pubblica, ma non rispetta neanche le regole giustamente imposte dal Comune sulla regolarizzazione della sosta”.

“Abbiamo inoltre inviato una PEC al Sindaco – conclude il Presidente leghista - per chiedergli di aprire un contenzioso legale con il centro sociale, come avverrebbe per qualsiasi altro cittadino, così da dimostrare che le regole devono valere ugualmente per tutti. O forse il Comune preferisce fare favoritismi?”.