venerdì 12 ottobre 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2), “Emergenza scuole, pericolo per i bambini. Comune responsabile insicurezza edifici”

Milano, 12 ottobre 2018

“Dall’inizio delle lezioni, in via Russo è caduto il vetro di una finestra in classe e in un’aula di via Bottego e nel refettorio di via Venini si è distaccato l’intonaco dal soffitto”, denuncia il Presidente del Municipio 2 Samuele Piscina. “I tecnici comunali sono intervenuti prontamente per mettere in sicurezza le finestre di via Russo e per interdire all’uso ben 4 aule di via Bottego e 3 del refettorio di Venini, ma ogni giorno aumentano le segnalazioni relative all’insicurezza negli stabili scolastici che è ormai diventata una vera e propria emergenza da gestire. Proprio ieri ho avuto modo di parlare con diversi cittadini di via Russo, preoccupati per i loro bambini che durante l’episodio del vetro, avvenuto nel bel mezzo della lezione, avrebbero potuto farsi seriamente male. Solo la fortuna ha permesso al ragazzino che sedeva nel banco di fianco alla finestra di cavarsela unicamente con un grande spavento”.
“Il Municipio ogni anno evidenzia al Comune le priorità d’intervento per la manutenzione straordinaria degli edifici scolastici, ma su un budget assegnato dalla Giunta Comunale di appena 2 milioni di euro a fronte di una necessità di tutte le scuole municipali stimata in 29,5 milioni di euro. Tale problema viene riscontrato in tutta la città”.
“È evidente che quanto il Comune mette a disposizione non sia sufficiente. Così nella maggior parte delle scuole, diverse risalenti addirittura agli anni ‘20, alcuni ambienti rimangono inagibili, alcuni edifici sono addirittura a rischio chiusura e il Comune non fa nulla per renderli sicuri”.
“Inoltre i cantieri per gli interventi che segnaliamo come prioritari al Comune iniziano più di 1 anno dopo. Basti pensare che avevamo richiesto il rifacimento dei serramenti in via Russo a Gennaio 2017 e che ancora oggi gli uffici Comunali, che devono assegnare l’appalto, ci rispondono che i lavori non potranno iniziare prima del 2019 inoltrato”.
“Questo sistema non funziona. Il Sindaco Sala dovrebbe chiarire se la sicurezza dei bambini che frequentano le scuole sia una priorità di questa Giunta Comunale. Il Municipio chiede maggiori attenzioni da parte del Comune sullo stato degli edifici scolastici, spesso fatiscenti”.
“Non è più possibile - conclude il Presidente leghista - che i ragazzini frequentino una scuola con amianto, dalla quali si stacchino i calcinacci dalle facciate o cadano le finestre, come se fossimo in un paese del terzo mondo, vivendo nella speranza che nessuno si faccia male e con la paura dei genitori per la salute dei propri figli. Se dovesse accadere mai qualcosa ai bambini, il Comune di Milano nelle figure del Sindaco e della Giunta, sarà ritenuto il primo responsabile”.

lunedì 1 ottobre 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2) e Luca Toccalini (Deputato Lega), “Volantini pro-BR in viale Monza, preoccupa risveglio terrorismo rosso nei centri sociali”

Milano, 1 ottobre 2018
“Dopo Sesto, i volantini pro-Brigate Rosse sono stati affissi anche a Milano, in viale Monza, davanti al centro sociale T28”, spiegano il Presidente del Municipio 2 Samuele Piscina e il deputato leghista Luca Toccalini che hanno rinvenuto le affissioni durante il gazebo, svolto questa domenica, in sostegno alla realizzazione da parte del Municipio della cancellata presso l’area verde in via dei Transiti, finalizzata a contrastare spaccio e delinquenza.
“Il ritorno dei fiancheggiatori dei terroristi rossi non va assolutamente sottovalutato. Il sostegno a chi ha commesso reati gravissimi come Nadia Lioce, condannata all’ergastolo in regime di 41-bis dopo anni di latitanza e arrestata successivamente all’assassinio di un poliziotto della PolFer, mette in evidenza come il terrorismo rosso sia ancora presente nelle nostre strade, anche sotto nuove forme quale quella dei centri sociali che ogni giorno mettono a ferro e fuoco le nostre città e tentano di dettare legge con occupazioni abusive di stabili e alloggi che invece spesso dovevano essere destinati a persone bisognose e perbene”.
“Con Matteo Salvini Ministro dell’Interno, la piaga delle occupazioni abusive ha cominciato ad essere finalmente contrastata, ma anche i giudici devono fare la loro parte e indagare sull’origine di queste affissioni, combattendo il fenomeno terrorista comunista prima che possa riprendere piede”.
“Ci aspettiamo parole ferme di condanna – concludono i due esponenti leghisti – anche da parte del Sindaco di Milano, nonostante continui a sostenere la regolarizzazione del Leoncavallo e difenda i centri sociali, principali responsabili di queste azioni. Certi manifesti nella nostra città non possono essere lasciati affissi nel silenzio delle istituzioni democratiche”.

venerdì 28 settembre 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2), “Pedofilo arrestato al Trotter, felici di aver tolto una bestia dalla strada. Ora gettare la chiave!”

Milano, 27 settembre 2018

 “Grazie a una segnalazione che ci è giunta dai cittadini del parco Trotter e al tempestivo intervento della Polizia di Stato, ieri pomeriggio siamo riusciti a far arrestare Giovanni V., pedofilo seriale che si aggirava frequentemente all’uscita dei bambini dalla scuola in via Padova”, spiega il Presidente del Municipio 2 Samuele Piscina.
“Il pedofilo, che ha violato gli arresti domiciliari, aveva a suo carico numerose denunce per molestie ai minori e detenzione di materiale pedopornografico ed era salito agli onori della cronaca per essere stato arrestato anche nel 2014 dopo essere stato sorpreso al parco Formentano di largo Marinai d’Italia, nascosto dietro a un cespuglio, mentre filmava una bambina di 7 anni semisvestita che aveva adescato con dei pretesti”.
“Fortunatamente i cittadini l’hanno riconosciuto e ci hanno contattato. Tempestiva è stata l’azione dei preparatissimi uomini del commissariato della PS di Villa San Giovanni che ringrazio pubblicamente per il grande lavoro che svolgono nonostante la carenza di uomini”.
“È incredibile come questo individuo possa essere stato lasciato libero di tornare a casa dal solito magistrato buonista, senza alcuna certezza che non potesse violare i domiciliari. Siamo felici di aver contribuito a togliere questa bestia dalla strada e ci auguriamo che non gli venga permesso di uscire di nuovo di galera, affinché i genitori del Trotter possano rimanere tranquilli. In certi casi, chiudere la cella e gettare la chiave è la soluzione migliore, considerata anche la recidività del soggetto”.

“Questo episodio – conclude il Presidente leghista - evidenzia ancora una volta la necessità di una presenza fissa in via Padova anche da parte della Polizia Locale, con il necessario trasferimento del comando di zona che oggi si trova in via Settala, decisamente lontano dai problemi del Trotter e al di fuori del territorio del Municipio 2”.

martedì 25 settembre 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2) e Luca Lepore (Assessore Sicurezza), “Via Iglesias, dopo gli antagonisti, arrivano i tossici. Necessario sgombero immediato”

Milano, 25 settembre 2018

“Ieri sera alcuni cittadini allarmati ci hanno segnalato la presenza di tossici nello stabile occupato di via Iglesias”, spiegano il Presidente del Municipio 2 Samuele Piscina e l’Assessore municipale alla sicurezza Luca Lepore.
“Lo stabile privato, sede di una ex fabbrica in disuso da anni, è stato occupato abusivamente durante il mese di luglio dagli antagonisti del collettivo CISIAMO, attuali occupanti dello stabile degli ex bagni pubblici in via Esterle che avevano preso gli alloggi di via Palmanova, sgomberati con un ingente numero di agenti prima della stagione estiva”.
“Gli antagonisti, avevano accasato nella ex fabbrica alcuni nuclei familiari di immigrati che hanno traslocando mobili e materassi. A queste famiglie si sono però aggiunti diversi tossici, probabilmente affiliati al collettivo antagonista, che ormai stazionano fissi nello stabile, creando un evidente problema di spaccio e consumo di stupefacenti oltre che annessi problemi di ordine pubblico dei quali risentono i proprietari degli stabili nelle vicinanze”.
“Proprio la scorsa settimana, durante l’assemblea di prossimità del Municipio, di fronte all’Assessore alla Sicurezza del Comune di Milano, avevamo ancora una volta evidenziato la necessità di uno sgombero immediato e avevamo chiesto che la questione fosse portata immediatamente presso il Comitato Provinciale per la pubblica Sicurezza. Peccato che l’Assessore non fosse neanche informata sugli sviluppi della problematica, tanto che non era a conoscenza che la proprietà avesse già richiesto la chiusura delle utenze di luce, gas e acqua, senza però ottenere alcun riscontro”.
“Un quartiere tranquillo e residenziale come quello di Gorla non merita di subire la prepotenza e l’illegalità di questi delinquenti”, concludono i due leghisti. “Bisogna porre immediatamente fine a questa occupazione che si aggiunge a quella del Leoncavallo e di via Esterle di proprietà Comunale, per i quali continuiamo a chiedere lo sgombero. Il Municipio 2 in quanto occupazioni e delinquenza ha già dato troppo!”.

mercoledì 12 settembre 2018

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente di Municipio 2), “Governo conferma fondi periferie. Sala chieda scusa ai cittadini del Quartiere Adriano e proceda con le opere!”

Milano, 12 settembre 2018
“Un ringraziamento al Governo che ha dovuto sottolineare ancora una volta ciò che già si evinceva all’interno dell’emendamento che era stato approvato al Senato sul Bando periferie”, interviene il Presidente del Municipio 2 Samuele Piscina. “Chiarimento che è avvenuto ieri sera durante l’incontro svoltosi tra il Premier Conte e l’Anci in seguito alle ripetute bugie che erano state messe in circolazione, in primis anche dal Sindaco Sala”.
“Come già avevo sottolineato ai consiglieri del Municipio 2 e ai cittadini del Quartiere Adriano, anche in occasione della manifestazione di sabato scorso alla quale avevo partecipato con lo spirito di fare ancora una volta chiarezza e senza organizzare alcuna contromanifestazione come hanno faziosamente riportato alcuni quotidiani, i fondi del Bando Periferie sono confermati e finalmente a dichiararlo è anche il Presidente dell’Anci Decaro, noto Sindaco del PD”.
“In tal modo il Comune di Milano vede tutti i fondi governativi confermati, in seguito alla realizzazione dei progetti esecutivi che inspiegabilmente dopo 2 anni non sono ancora stati completati, per la realizzazione della scuola media e del prolungamento della Metrotranvia 7 e, inoltre, potrà accedere ai suoi avanzi di bilancio grazie al decreto Milleproroghe”.
“Insomma, gli esponenti del Partito Democratico hanno scritto un comma incostituzionale, hanno finanziato il bando periferie solo per metà, hanno votato insieme a tutto il Senato un emendamento che salva il bando e concede ai comuni virtuosi l’utilizzo di maggiori fondi, ma hanno il coraggio di raccontare bugie, screditando il Governo e non prendendosi le loro responsabilità. Peccato che le bugie abbiano le gambe corte e il naso lungo e ancora una volta è stato dimostrato che il Governo è dalla parte dei cittadini. Il PD, in modo rocambolesco, ha provato a recuperare consenso dopo il crollo delle ultime elezioni, mentendo ai cittadini, ma non riuscendo nell’intento”.
“Penso fermamente che il Sindaco Sala - conclude Piscina - debba chiedere scusa ai cittadini del Quartiere Adriano per le menzogne che lui e gli esponenti del suo partito hanno raccontato al solo scopo elettorale. Ora la smettano di nascondersi dietro a un dito e diano il via alle opere che il Quartiere attende da 15 anni, dimostrando che non stavano solo cercando una scusa per non realizzarle, lasciando ancora una volta a bocca asciutta i cittadini”.